10/04/10

QUANDO IL CARDINAL RATZINGER SI DISSE CONTRARIO L'ALLONTANAMENTO DI UN PRETE PEDOFILO


Questo il testo della lettera che l'allora cardinale Joseph Ratzinger scrisse nel 1985 al vescovo di Oakland John S. Cummins relativamente al caso di pedofilia del reverendo Stephen Miller Kiesle, prete che chiedeva di essere rimosso dagli incarichi sacerdotali.
La lettera sembra intendere di non voler dispensare immediatamente il prete pedofilo per un supposto bene superiore della comunità ecclesiastica.

SACRA CONGREGATIO PRO DOCTRINA FIDEI
Roma, die 6 novembris 1985
Excellentissime Domine,
Acceptis Tuis litteris diei 13 septembris h.a., circa causam dispensationis ab omnibus oneribus sacerdotalibus quae attinet ad Rev. Stephanum MILLER KIESLE, istius dioecesis, officii mei est Tecum communicare quae sequuntur.
Hoc Dicasterium, etsi gravis momenti aestimet argumenta adducta pro dispensatione in casu postulata, attamen necessarium censet considerare una cum oratoris etiam Ecclesiae Universalis bonum, et ideo parvi nequit detrimenta, quae dispensationis concessio in christifideliorum communitate provocare potest, attenta iuvenili praesertim oratoris aetate.
Oportet proinde hanc Congregationem subjicere huisusmodi casus accuratiori examini, quod longius temporis spatium necessario requiret.
Interim Excellentia Tua ne omittat oratorem paterna quia pollet cura sequi, eidem insuper apte patefaciendo rationem agenda huius Dicasterii, quod procedere solet habito prae oculis praeprimis bono communi.
Hanc ocasionem nactus, impensos aestmationis meae sensus Tibi obtestor, permanens

-----------------------------------

SACRA CONGREGAZIONE PER GLI INSEGNAMENTI DELLA FEDE
Roma, 6 novembre 1985
Vostra Signoria,
A seguito della Sua lettera, ricevuta il 13 settembre di questo anno, circa la causa di una dispensa da tutti gli obblighi sacerdotali attinenti al Rev. Stephen Miller KIESLE, di questa diocesi, è mio dovere informarVi di quanto segue.
Questo Dicastero, sebbene consideri gravi gli argomenti addotti per la dispensa nel caso presentato, giudica tuttavia necessario prendere in considerazione il bene della Chiesa Universale insieme con il bene del firmatario, non può prendere alla leggera il danno che il concedere questa dispensa provocherebbe nella comunità dei fedeli cristiani, tenendo particolare conto della giovane età del richiedente.
E' perciò necessario che questa Congregazione sottoponga questo tipo di casi a un esame più attento, che necessariamente richiederà un periodo di tempo più lungo.
Contemporaneamente Sua Eccellenza non deve mancare nel dare al richiedente la miglior cura paterna di cui il firmatario ha bisogno, bisogna anche spiegare al firmatario il ragionamento alla base della decisione di questo Tribunale, che è solito procedere mettendo il bene comune prima di tutto.
Colgo l'occasione per esprimerle i sentimenti della più alta stima nei suoi confronti

Eccellenza reverendissima
cardinale
Joseph Ratzinger



Articoli correlati:
PEDOFILIA: MONS. BERTONE SAPEVA MA HA TACIUTO ecco le prove




.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget