29/04/10

CASO CUCCHI: SI ALLA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI D'INCHIESTA


Mercoledì 28 aprile la Commissione sul Servizio sanitario nazionale ha approvato con 10 voti a favore (Pd, Idv, Io Sud), 6 contrari (PdL) ed un astenuto (Lega Nord) la delibera sulla pubblicazione di atti e documenti dell'inchiesta sull'efficacia, l'efficienza e l'appropriatezza delle cure prestate a Stefano Cucchi.
Dai primi atti desecretati arrivano già le prime sorprese; nelle dichiarazioni rese durante le audizioni della Commissione d'inchiesta si trova scritto “Le ecchimosi sugli occhi, molto più' che le valutazioni sulle lesioni vertebrali, fanno pensare che le lesioni siano state inferte” e ancora “le lesioni non sono particolarmente compatibili con l'ipotesi di un evento accidentale”.
Oltre all'incalzare delle evidenze che sono state inferte al giovane gravi percosse si delinea chiaramente anche la responsabilità di una pesante negligenza medica poiché si apprende che Cucchi non rifiutava tutte le cure ma solo quelle per via endovenosa e non respingeva sempre il cibo e l'acqua, le sue resistenze si rilevavano solo quando gli veniva negato di poter comunicare con l'avvocato.
E' stato il professor Vincenzo Pascali del nosocomio Gemelli di Roma a parlare chiaramente di lesioni inferte nell'audizione parlamentare del 3 febbraio scorso.

Sembra che l'immagine di “tutto normale” che fino ad oggi è stata voluta dare alla vicenda non corrisponda alla realtà delle cose.



Articoli correlati:
Cucchi, c'è un testimone oculare del pestaggio
Chi ha ucciso Stefano Cucchi?
Come è morto Stefano Cucchi?






.

2 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget