09/07/09






Il “ddl Sviluppo” diventa legge, ecco cosa prevede:


Il ddl sviluppo è diventato legge con 154 voti a favore, 1 no, 1 astenuto. Hanno votato sì il Pdl, la Lega Nord ed l'Udc. Queste le misure contenute nel decreto:

NUCLEARE: Il governo potrà scegliere liberamente quale tecnologie utilizzare e potrà decidere i siti che ospiteranno le future centrali nucleari. Sarà costituita l'AGENZIA PER LA SICUREZZA NUCLEARE che avrà il compito di dettare le regole tecniche, controllare e autorizzare tutto il ciclo, compreso lo smaltimento delle scorie.

PETROLIO: Aumentate le royalties dal 7al 10, a partire dal primo gennaio 2009, sull'estrazione di idrocarburi in Italia. Prevista anche l'introduzione di norme per rendere più semplice le operazioni di estrazione del petrolio nei giacimenti italiani, compresa l'area dell'Alto Adriatico.

EDITORIA E ROBIN TAX: Le compagnie petrolifere si vedranno aumentare le tassazioni, i soldi così recuperati verranno destinati per ripristinare il fondo per l'editoria; 140 milioni di euro divisi nel biennio 2009-2010.

CLASS ACTION: Introdotta una nuova disciplina NON RETROATTIVA. Nessuna possibilita' dunque per i risparmiatori coinvolti nei crac finanziari degli ultimi anni di ricorrere all'azione risarcitoria collettiva. L'applicazione di questa normativa decorrerà dal primo gennaio 2010.

CONTRAFFAZIONE:
Sara' sanzionato chi trae profitto dalla violazione delle norme sul diritto d'autore.

ASSICURAZIONI POLIENNALI: per l'Rca auto. Se l'assicurato firma un contratto con validità quinquennale con la compagnia assicurativa potrà godere di uno sconto. In caso di recessione anticipata del contratto di dovrà pagare una penale.

FERROVIE PRIVATE: Le licenze per il servizio ferroviario passeggeri saranno rilasciate solo a imprese italiane o con sede in un Paese legato da vincolo di reciprocità'.

GAS: Eliminata la proroga dei tetti antitrust alla vendita di gas dal 2010 al 2015.

Spariranno progressivamente le VECCHIE LAMPADINE a incandescenza E I FRIGORIFERI di classe inferiore alla A.




.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget