12/02/10

NUCLEARE, COME LA PENSANO I CANDIDATI


Sempre più nel nostro Paese decidere di votare una persona, o meglio, uno schieramento piuttosto che l'altro equivale a fare una scommessa al buio, converrebbe mettere fuori dalle urne la dantesca scritta “LASCIATE OGNI SPERANZA, VOI CH'ENTRATE” almeno i cittadini non potrebbero più dire di non essere stati avvisati. Eppure ritengo che il diritto di voto sia sacro e per nulla rinuncerei ad esercitare uno dei pochi poteri democratici residuati dopo anni di eccessivo disinteresse verso quello che accadeva “nei palazzi”.
Uno dei pochi strumenti di cui possiamo dotarci per provare a esprimere una preferenza il più possibile consapevole è quello della conoscenza, magari condito anche da un po di memoria che non guasta mai. Ho passato qualche notte sul web per cercare dichiarazioni dei candidati governatori sul possibile ritorno alle centrali nucleari in Italia, di seguito i risultati.


BASILICATA
Florenzo Doino (Partito Comunista dei Lavoratori) NO AL NUCLEARE.
Magdi Allam (Io amo la Lucania, DC) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.
Marco Toscano (Sui Generi) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.
Nicola Pagliuca (Pdl) NO AL NUCLEARE.
Vito De Filippo (PD) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE.

CALABRIA
Agnazio Loiero (PD) NO AL NUCLEARE.
Filippo Callipo (Lista Bonino Pannella, IdV, circa 80 ass.ni civili) NO AL NUCLEARE.
Giuseppe Scopelliti (Pdl, Udc, AN) attuale sindaco di Reggio Calabria. SI AL NUCLEARE.
Pino Siclari (Partito Comunista dei Lavoratori) NO AL NUCLEARE

CAMPANIA
Roberto Fico (MoVimento 5 Stelle) NO AL NUCLEARE.
Stefano Caldoro (Pdl, Udc, Mpa) deputato PSI, SI AL NUCLEARE.
Vincenzo De Luca (PD, Verdi, Alleanza per l'Italia, IdV, Lista Bonino Pannella, Socialisti, Sinistra Ecologia Libertà) parlamentare PD, NO AL NUCLEARE.
Paolo Ferrero (Federazione della Sinistra) NO AL NUCLEARE.
Michele Antonio Giliberti (Forza Nuova) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.

EMILIA ROMAGNA
Anna Maria Bernini (Pdl) SI AL NUCLEARE.
Gianluca Galletti (UdC) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.
Giovanni Favia (MoVimento 5 Stelle) NO AL NUCLEARE.
Michele Terra (Partito Comunista dei Lavoratori) NO AL NUCLEARE.
Vasco Errani (PD) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE.

LAZIO
Emma Bonino (PD, Lista Bonino Pannella, IdV, Sinistra Ecologia Libertà, Federazione della Sinistra, PSI, PLI) parlamentare Radicale, NO AL NUCLEARE.
Marzia Marzoli (Rete dei Cittadini) NO AL NUCLEARE.
Renata Polverini (Pdl, la Destra, Alleanza di Centro, UdC, PRI) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSA CON CHIAREZZA.
Roberto Fiore (Forza Nuova) SI AL NUCLEARE ma non nella piana del Sele.

LIGURIA
Claudio Burlando (PD, UdC) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE.
Sandro Biasotti (Pdl) SI AL NUCLEARE.
Silvio Viale (Lista Bonino Pannella) NO AL NUCLEARE.

LOMBARDIA
Filippo Penati (DS, IdV, PSI, Verdi, Sinistra Ecologia Libertà) ex presidente provincia di Milano, NO AL NUCLEARE.
Roberto Formigoni (Pdl, Lega Nord, La Destra, Movimento per l'Italia, DC) presidente della regione uscente, SI AL NUCLEARE ma non in Lombardia.
Savino Pezzotta (UdC) SI AL NUCLEARE
Vito Crimi (MoVimento 5 Stelle) NO AL NUCLEARE.
Vittorio Agnoletto (Federazione della Sinistra) NO AL NUCLEARE.
Gian Mario Invernizzi (Forza Nuova) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.

MARCHE
Emilio Marinelli (Pdl) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.Gian Mario Spacca (PD, UdC) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE.


Marco Perduca (Lista Bonino Pannella) senatore PD NO AL NUCLEARE.
Mirko Canala (Lega Italia, FronteVerde Ecologista Indipendente, Fiamma Tricolore) NO AL NUCLEARE.
Massimo Rossi (Federazione della Sinistra, Sinistra e Libertà) NO AL NUCLEARE.

PIEMONTE
Davide Bono (MoVimento 5 Stelle) NO AL NUCLEARE.
Mercedes Bresso (PD, Moderati per il Piemonte, Sinistra Ecologia e Libertà, UdC, Lista Bonino Pannella, Federazione della Sinistra) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE.
Renzo Rabellino (No Euro, Lega Padana Piemont, Partito Pensionati, Verdi) NO AL NUCLEARE.
Roberto Cota (Pdl, Lega Nord, Alleanza di Centro, DC) segretario nazionale Lega Nord, SI AL NUCLEARE.

PUGLIA
Adriana Poli Bortone (Io Sud, UdC, MpA, Rifondazione Democristiana, Partito Pensionati, Rinascita Popolare, Democristiani e Libertà, lista Per il Sud, Lega Meridionale) NO AL NUCLEARE.
Michele Rizzi (Alternativa Comunista) NO AL NUCLEARE
Nichi Vendola (PD, Sinistra Ecologia Libertà, PSI, Federazione della Sinistra, Lista Bonino Pannella ) presidente della regione uscente, NO AL NUCLEARE
Rocco Palese (Pdl, Udeur, DC, la Puglia prima di tutto) dopo un primo momento in cui ha dichiarato SI AL NUCLEARE ma non in Puglia, ora cambia posizione dicendo NO AL NUCLEARE.

TOSCANA
Alfonso De Virgiliis (Lista Bonino Pannella) NO AL NUCLEARE.
Enrico Rossi (centrosinistra) NO AL NUCLEARE.
Francesco Bosi (UdC) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.
Monica Faenzi (Pdl) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSA CON CHIAREZZA.

UMBRIA
Catiuscia Marini (PD) NO AL NUCLEARE.
Fiammetta Modena (Pdl) La candidata ha voluto esprimere personalmente e direttamente il parere nel merito: "Il Governo nazionale non individuerebbe mai un sito senza il consenso della popolazione di una regione. Tutte le scelte relative alla politica del nucleare saranno necessariamente condivise con la comunità"
M.Antonietta Coscioni (Lista Bonino Pannella) parlamentare PD, NO AL NUCLEARE.
Paola Binetti (UdC) NO AL NUCLEARE.

VENETO
Antonio De Poli (UdC, Alleanza per l'Italia) deputato UdC, NO AL NUCLEARE.
Borrelli David (MoVimento 5 Stelle) NO AL NUCLEARE.
Gianluca Panto (Partito Nasional Veneto) NO AL NUCLEARE.
Giuseppe Bortolussi (PD, IdV, Lista Bonino Pannella) NO AL NUCLEARE.
Luca Zaia (Pdl, Lega Nord, Alleanza di Centro, DC,Veneto per il Partito Popolare Europeo) attuale ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, SI AL NUCLEARE ma non in Veneto.
Silvano Polo (Partito dei Veneto, I Veneti, Partito Autonomista Bellunese, Movimento Stato Veneto, Movimento Comunista Unità Popolare Veneta, dissidenti della Liga) NO AL NUCLEARE.

N.B. La lista potrebbe subire variazioni anche sostanziali, l'elenco è stato compilato in base a dichiarazioni rilasciate pubblicamente ma in politica si sa che auto smentirsi è sport nazionale. Se avete correzioni da fare non date in escandescenza, limitatevi a comunicarlo e sarà mia premura correggere i dati




33 commenti:

  1. notare la stupidita l'ipocrisia l'imbecillita
    di coloro che si dichiarano favorevoli al nucleare ma non a casa propria

    voi che darete a loro il voto pensate bene a che persone date in mano l'amministrazione della VOSTRA VITA

    RispondiElimina
  2. senza contare che la contaminazione nucleare non conosce neppure i confini amministrativi tra le regioni :o

    RispondiElimina
  3. Ma nessuno ha mai cercato di capire il perchè
    le nostre vecchie centrali tuttora in italia
    vendono l'energia elettrica alla francia alla svizzera per poi essere rivenduta il Italia ???

    RispondiElimina
  4. Il nucleare lo ha proposto Berlusconi e Scajola,
    benissimo le scorie le metteremo nelle loro case. Spero che entrambi dicano si altrimenti significa che sono soltanto due puttane senza più dignità!!!!!

    RispondiElimina
  5. Non posso smettere di ripeterlo: Il nucleare è l'unica vera forma di energia pulita. Parlate di contaminazione ma non sapete neppure su cosa aprite bocca, esprimete giudizi senza avere i requisiti minimi per farlo.

    Il nucleare è una scelta sensata che certamente richiede responsabilità, come molte molte altre cose d'altronde.

    Schierarsi a priori contro, più per paura dell'ignoto che per altro, è un enorme danno che continueremo a pagare per molti anni a venire.

    Sveglia gente, in democrazia tutti possono dire la loro ma l'intelligenza dovrebbe suggerire quando star zitti, questo è il caso.

    RispondiElimina
  6. Il Nucleare sarà anche pulito, ma cosa mi dici delle Scorie signor Jasha????????????

    RispondiElimina
  7. @Jasha
    Ma mettiamo pure il caso che l'energia nucleare sia la più pulita,
    che le scorte di uranio non si esauriscano prima di quelle di petrolio come invece prevedono gli esperti,
    che il racket della malavita non se ne interessi come ha già fatto in passato riempiendoci i mari di veleni,
    che si trovi un luogo in cui stokkare in sicurezza le scorie contenute in container fatti di materiale che non si usuri per almeno 24.000 anni, tempo impiegato dal plutonio non per neutralizzarsi ma solo per dimezzare la sua radioattività,
    che non sia vero che un solo incedente nucleare procura più morti di un conflitto bellico (non sono da calcolare solo quelli che muoiono durante l'esplosione, a Chernobyl nascono bimbi deformi ancora oggi dopo 24 anni)
    che costi molto di più smaltire 1 kg di scorie nucleari che costruire 1000 mq di pannelli solari

    ma se anche tutto questo non fosse

    come te la spieghi la rincorsa di tutti gli scienziati e degli Stati del mondo a cercare una fonte di energia alternativa?

    RispondiElimina
  8. posso copincollare su una mia nota su fb,naturalmente cito la fonte?

    RispondiElimina
  9. Scusa Jasha, ma hai davvero presente come vengono costruite le cose in Italia? Sabbia a posto del cemento, ferro inesistente o quasi, non ricordi più la casa dello studente all'Aquila? e la Prefettura sempre all'Aquila, pensa un po' questi "furbacchioni" come costruirebbero una centrale nucleare! E le scorie sotto quale giardino le conserverebbero? Ma se in giro per l'Europa ci sono ancora da "impoverire" le scorie della centrali chiuse!
    Le uniche energie PULITE sono quelle rinnovabili: eolico, fotofoltaico, geotermico ecc. che oltre tutto sono dispinibili da subito e non dal 2020!
    Un saluto e spero di poter continuare a dire la mia, sempre senza disturbarti troppo!!!
    Dalia Treviso

    RispondiElimina
  10. @Roberto - io raccolgo notizie affinche si diffondano ... :)

    RispondiElimina
  11. L'ipocrisia dilaga: tutti quelli che dicono si al nucleare, a partire da Formigoni, ribadiscono però che dovrebbe essere fatto in un'altra regione... Se non fosse drammatico ci sarebbe da ridere... E questi inetti pusillanimi vogliono la mia delega per governare il territorio??? povera Italia !!!!!

    RispondiElimina
  12. QUANDO SARANNO PRONTE
    LE NOSTRE CENTRALI SARA'
    GIA FINITO L'URANIO
    EVVIVA IL NANO )-:

    RispondiElimina
  13. ........ non è il nucleare a far paura ... sono i politici ed i loro compagni di merenda ... appalti alla mafia su costruzione e rifiuti = morte del bel paese. ...... stupidi itagliani caproni !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. non capite proprio una minchia, siete di un'imbecillità incredibile.....ma avete visto dove sono tutte le altre centrali nucleari dei paesi confinanti....a ridosso dei nostri confini...è come se le avessimo in casa, quindi una in più o una in meno non cambia nulla. INFORMATEVI COGLIONI PRIMA DI SCRIVERE CAZZATE

    RispondiElimina
  15. Si dice che il nucleare è pulito... però non sappiamo ancora dove mettere le scorie, quindi?
    Si dice che il nucleare costi meno... ma non è vero neanche questo.
    Quali altri punti di favore ha il nucleare rispetto ad altre energie veramente più pulite?

    RispondiElimina
  16. la filosofia del "sei stato costretto a mandar giù cacca allora tanto vale che ti ingozzi" ?????

    RispondiElimina
  17. D'accordo con Jasha, il nucleare è una delle fonti di energia (non l'unica) più pulita e conveniente. Si parla di contaminazione in caso di incidenti...ma quante centrali nucleari sono in funzione? (tantissime) e quanti incidenti importanti con fuoriuscita di materiale radioattivo ci sono stati? (Pochissimi) e l'attuale tecnologia favorisce una assoluta sicurezza. L'esempio di Chernobyl non è calzante in quanto non si farebbero centrali di quel tipo. Infine si parla di morti...ma quanti morti ci sono in Italia ogni anno a causa della contaminazione derivata dal carbone e dal petrolio, senz'altro moltissimi (malattie respiratorie e cardiovascolari, tumori...)...ma nessuno ne chede l'abolizione.Certo che il nucleare non può essere l'unica fonte di energia ma si dovranno sviluppare altre fonti (eolico, fotovoltaico, geotermico), la cui tecnologia al momento non permette di coprire che una minima parte del fabbisogno energetico....a meno che non si voglia modificare profondamente il nostro stile di vita e ridurre la produzione.....ma penso che questo nessuno lo voglia.

    RispondiElimina
  18. Per quelli che accettano il nucleare: spiegate perchè la tendenza nel mondo è l'abbandono del nucleare!
    Spiegate perchè dobbiamo spendere tanti soldi ed avere i vantaggi fra 10 anni.
    Spiegate perchè quelli che sono al governo vogliono il nucleare, MA NON NELLA PROPRIA REGIONE.
    Sperate che i rifiuti li tratteranno onestamente?
    Siamo un popolo di buffoni, non solo con l'estero ma anche tra noi!
    Amedeo.

    RispondiElimina
  19. sicuro in nostro nucleare?
    la fonte è certamente "il manuale delle giovani marmotte"

    http://susannaambivero.blogspot.com/2009/11/il-nucleare-italiano-parte-male.html

    RispondiElimina
  20. ALL ANONIMO RINCOGLIONITO DI SOPRA,SE PROPRIO CI TIENI A UNA BELLA CENTRALE NUCLEARE IO NON AVREI NIENTE IN CONTRARIO DI SISTEMARLE PROPRIO AI CONFINI,ECCO I SITI, ARCORE,VALLI BERGAMASCHE,VENETO, E STOCCAGGIO RIFIUTI RADIOATTIVI,VILLA CERTOSA ,NELLA SEDE DEI PADANIOTI VIA BELLERIO,PONTIDA,E SCARICO ACQUE CONTAMINATE NEL SACRO FIUME PO

    RispondiElimina
  21. Di quali energie alternative state parlando?
    Del solare fotovoltaico? Avete mai calcolato quanti km/q occorrerebbero per produrre elettricità sufficiente? e solo di giorno se c'è il sole!
    Eolico ? Fate gli stessi conti, naturalmente dove c'è vento a sufficienza.
    E' facile dire no al nucleare, ma vorrei leggere una proposta alternativa fattibile.

    RispondiElimina
  22. Per "Anonimo" 12 febbraio 2010 ore 16.22
    Penso che i commenti delle persone servano anche a qualificarne l'attendibilita intellettuale se non proprio scientifica.
    Il tuo francamente, anche se tu avessi una laurea in fisica teorica, si qualifica da solo.
    Visto che noi siamo in procinto di portarci in casa la tecnologia francese, perchè non ti vai a leggere, navigando in internet, la storia della "supertecnologica" centrale francese superphenix di Creys Malville?
    Forse ragionando ti verrebbe qualche dubbio e non crederesti più in modo cosi viscerale ai nostri cari politici spandiparole a sproposito di professione, quelli che vogliono il nucleare ma non a casa loro, gli stessi che qualche anno fa spiegarono che l'Italia si trovò al buio per un fulmine e un albero caduto su una linea di interconnessione con la Svizzera, ricordi? Balle!
    E' vero che il tasso di sicurezza di una centrale nucleare può essere molto alto, ma solo se si applicano le tecnologie migliori e si costruiscono in un paese normale.
    Il nostro, purtroppo, non lo è visto che i nostri politici sono riusciti a speculare perfino sulle emergenze e sulle disgrazie della gente.

    RispondiElimina
  23. Quelli che dicono NO AL NUCLEARE!!! poi quando si perdono posti di lavoro perché siamo poco competitivi non vi dicono è colpa anche nostra. Bisogna abbassare i conti energetici e purtroppo momentaneamente l'energia atomica è l'unica vera alternativa, poi certo fra le varie energie pulite (da fonti rinnovabili) le storielle degli illusi fanno fessi molti. Siamo 60.000.000 di Italiani se ognuno di noi con la cyclette producesse 100 W/h (6.000 MW/h) al giorno potremmo anche fare a meno del nucleare e di centrali termiche guadagneremmo in salute ed in ambiente. Ma siate seri. Si al Nucleare

    RispondiElimina
  24. Sono d'accordo sul nucleare a patto che le scorie vengano stoccate nel giardini del Berlusca e di Scaiola!!!!!!!

    RispondiElimina
  25. Grande, grandissimo il Ministro Zaia...da buon leghista è favorevole al nucleare, ma non a casa sua...meglio farle al sud..tanto laggiù c'hanno già scaricato rifiuti inquinanti per anni...merda più merda meno.....mi raccomando gente continuate a votare questi bei personaggi..vedrete dove porteranno il Belapaese..15 anni di governo 150 anni di danni

    RispondiElimina
  26. faccio presente a chi dice che ...."ce ne sono diverse vicino i nostri confini..perchè non farne altre?"...che il nostro è un territorio quasi totalmente a rischio sismico...la Francia no!!!! I francesi sono inoltre più seri e scrupolosi di noi Italiani...pensate poi se la costruzione viene controllata da questo governo!!!!!..le uniche misure di sicurezza che possono conoscere...forse sono i preservativi!!!

    RispondiElimina
  27. Che ragionamento è: "Gli Stati confinanti le hanno sui confini dunque le facciamo anche noi!" ??? Facciamo il Nucleare perchè ci serve energia o pre vendetta?
    Il problema del Nucleare non è lo scoppio della centrale come molti credono.. Ormai sono ragionevolmente sicure da questo punto di vista.. Ma lo smaltimento delle scorie.. Nessuno Stato l'ha risolto! Le nostre vecchie scorie sono state date in prestito all'Inghilterra (a pagamento), nel frattempo dovevamo attrezzarci x trovare dei siti e invece.. Ma a breve ce le ridaranno indietro, e già questo è allarmante! Non c'è bisogno di mettersi a produrne delle altre!
    Il nucleare è pulito?? Ma come si fa a dire una sciocchezza simile?? Certo non produce CO2, gas responsabile dell'effetto serra, ma ricordo che ogni organismo vivente produce CO2 e che le piante la usano per la fotosintesi (chiudendo il ciclo), restituendoci ossigeno. Invece le centrali nuke producono scorie che hanno tempi di dimezzamento di decine di migliaia di anni!!! E nessun organismo se ne nutre decomponendole! Ricordo che già solo l'epoca di Cristo ci sembra una roba lontanissima.. Non sappiamo neanche cosa siano 10 mila anni.. E dovremmo assicurare le scorie in un sito sicuro per quest'ordine di grandezza di tempi? Ma come si fa a credere a simili panzane..!! Per ora mi fermo qui

    RispondiElimina
  28. Poi si dice che il nucleare sia economico..?
    Certo se si vuole che sia economico, basta taroccare i conti, come sanno fare bene gli economisti..!
    1) Non tengono mai in conto l'aumento di prezzo del materiale fissile.. Invece ogni previsione seria indica la tendenza al rialzo.. Il costo dell'uranio crescerà xchè ce n'è poco..
    2) Il bello però è che i geni contabili, non tengono mai in conto il costo di stoccaggio delle scorie e dello smantellamento della centrale (neanche lei è eterna..)
    Quanto costa tenere sotto controllo per diecimila anni un sito di stoccaggio delle scorie? Ovviamente con la previsione di dover intervenire ogni tanto a sostituire qualche contenitore ammalorato, a controllare che non ci siano colature.. ecc e chi ci mandiamo? Scajola o Berlusconi..? Tanto loro vivranno almeno centomila anni no?
    La netta sensazione è che questi imprenditorucoli da quattro soldi forati, facciano il tipico ragionamento: Oggi intasco a più non posso, tanto i danni se li gratta qualcun altro quando sarò defunto! Bell'esempio di serietà.

    RispondiElimina
  29. Non voglio entrare in polemica ma solo dirti che il presidente della provincia di Milano si chiama Podestà
    Secondo me dobbiamo tirare fuori il vecchio slogan dalla soffitta in cui lo abbiamo chiuso dopo i referendum sul nucleare del 1987
    "ENERGIA NUCLEARE? NO GRAZIE"
    Ciao

    RispondiElimina
  30. hai ragione! mi sono mangiata un ex nella definizione degli incarichi di Penati ... correggo subito, grazie !! ;o

    RispondiElimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Controlla questo: Marinelli sul nucleare: "Spacca pensi per sé,l'Udc vuole le centrali "http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/ancona/politica/2010/02/18/294153-marinelli_nucleare_spacca_pensi.shtml

    Io metterei: Emilio Marinelli (Pdl) SUL NUCLEARE NON SI E' ESPRESSO CON CHIAREZZA.

    RispondiElimina
  33. direi che la tua precisazione è più che fondata, correggo. D'altra parte i politici sono famosi per cambiare idea con il vento

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget