06/10/09






Acqua minerale in bottiglia vs acqua del rubinetto pubblica


di Raffaele Marra

E' stata vietata la vendita, in negozi e supermercati, di acqua minerale in bottiglia.
Dove?
A Bundanoon, un piccolo paesino australiano di 2500 anime vicino Sydney.

Ma perchè un paesino dell'Australia vieta l'uso dell'acqua in bottiglia?
Semplice! L'obiettivo è ridurre l’inquinamento provocato dall’imbottigliamento e dalla relativa distribuzione dell’acqua minerale.

E direi che questa e proprio una buona notizia e chissà se, proprio grazie a queste 2500 anime animate, si riuscirà a fare qualche piccolo passo avanti su questo fronte.

Gli abitanti di Bundanoon sostengono che ogni cittadino del mondo deve dare il proprio piccolo contributo per salvaguardare il nostro pianeta dall'inquinamento.
"L’industria delle bevande realizza enormi profitti vendendo qualcosa che si può avere gratis” spiega Huw Kingston, il portavoce della campagna ecologista culminata con il voto unanime dell’assemblea di cittadini.

Ma Bundanoon non è l'unico luogo in cui si mette al bando l'acqua minerale in bottiglia.
Anche a New York e San Francisco, l’acqua minerale in bottiglia è stata vietata negli uffici pubblici.
A Lake City, sempre negli Stati Uniti, si sta facendo una campagna simile, e in California numerosi ristoranti servono ormai unicamente acqua del rubinetto.

E' importante sapere che per produrre 154 miliardi di minerale in bottiglia si consumano 81 milioni di litri di petrolio e 600 miliardi di litri di acqua, necessari alla lavorazione della plastica. E per produrre un chilo di Pet (polietilene tereftalato), la plastica usata per l’acqua, sono necessari quasi due chili di petrolio e 17 litri di acqua, la cui lavorazione rilascia nell’atmosfera 2,3 chili di anidride carbonica, oltre ad altre sostanze inquinanti.

Ma perchè si consuma così tanta acqua minerale in bottiglia in tutto il mondo?

Todd Jarvis della Water Resources Graduate Program alla Oregon State University (Usa):
"Perché è stato alimentato da veri e propri miti. Molto spesso si pensa che le acque delle sorgenti siano sempre purissime rispetto ad ogni altra riserva d'acqua. Ma non è assolutamente vero. Le acque vicino alla superficie, infatti, possono raccogliere inquinanti che difficilmente si trovano nelle acque pescate dai pozzi municipali a centinaia di metri di profondità"


E in Italia?
C'è almeno un paesino che incentivi l'uso dell'acqua del rubinetto?
Sì! non è però un paesino, ma è addirittura la capitale!
Il comune di Roma, dopo 250.000 prelievi dai propri acquedotti, ha deciso di rendere pubblica la carta d'identità della propria acqua che risulta essere buona, fresca e molto meno dispendiosa, da 100 a 1.000 volte meno, rispetto all'acqua in bottiglia.
Molte città italiana hanno fatto analizzare la propria acqua con risultati analoghi a quelli delle capitale.
E questo ci fa capire che dovremmo tutti usare l'acqua del rubinetto, ci guadagneremmo in salute e in denaro!
Quindi lo stato italiano potrebbe e dovrebbe incentivare, attreaverso una massiccia campagna pubblicitaria, l'uso dell'acqua dal rubinetto.
Ma in Italia l'attuale Governo Berlusconi ha deciso di privatizzare l'acqua.

Per saperne di più vi consiglio di leggervi l'articolo di padre Alex Zanotelli:
http://lists.peacelink.it/pcknews/2008/09/msg00008.html





Wikio
vota questo posting su OKNOtizie
Il Bloggatore
Add to Technorati Favorites

5 commenti:

  1. In italia e precisamente nel comune di Capannori si sono inventati la Via dell’Acqua, dopo quella del Vino, per valorizzare le sorgenti di acqua locali, espropriate dal Comune e in più hanno incentivato le mense delle scuole all'utilizzo dell'acqua del rubinetto anzichè quelle minerali in bottiglia. Ciò significa che è possibile anche da noi avviare questa iniziativa e se non avviene è colpa delle Amministrazioni che non lo rendono possibile.

    RispondiElimina
  2. Invece a Napoli da un'analisa fatta dagli americani della base nato sembra che l'acqua sia inquinata.......

    RispondiElimina
  3. Invece a Napoli da un'analisi fatta dagli americani della base nato sembra che l'acqua sia inquinata.......

    RispondiElimina
  4. a napoli non so ma io abito a san prisco (Ce) da maggio e da allora utilizzo solo acqua del rubinetto filtrandola con la mia brocca BRITA e risulta ottima, leggera.

    RispondiElimina
  5. Purtroppo a Napoli le analisi fatte dai militari americani non hanno dato buoni risultati...
    Comunque, Napoli a parte, l'acqua del rubinetto e da preferire all'acqua minerale in bottiglie...
    Io abito nella provincia sud di Napoli e bevo acqua dal rubinetto e anch'io la filtro con la brocca brita :-)

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget