19/10/09





L'Aquila, in settimana i nomi dei primi indagati


 

Il 6 aprile 2009, alle ore 3:32, dopo diversi mesi di lievi scosse, L'Aquila è stata colpita da un terremoto del 6° grado della scala Richter e tra l'8° e il 9° grado della scala Mercalli con epicentro situato tra i paesi di Genzano, Colle di Roio e Collefracido.

Per intenderci meglio:
  • la scala Richter indica l'energia sprigionata durante il terremoto (la magnitudo), occorre che esploda 1 milione di tonnellate di tritolo per provocare qualcosa di simile ad un terremoto del 6° grado Richter
  • la scala Mercalli valuta l'intensità del sisma basandosi sui danni provocati e una scossa del 9° grado viene definita rovinosa , vi è l'abbattimento totale di alcuni edifici, molte vittime e crepacci nel suolo.
Nei giorni successivi al sisma principale altre forti scosse continuarono a colpire la regione, 5.3 gradi della scala Richter il 7 aprile; 5,1 gradi Richter prima e 4.9 gradi dopo 18 ore il 9 aprile.


Oggi si viene a sapere che sono oltre venti le persone individuate dalla procura dell'Aquila e iscritte nel registro degli indagati per responsabilità nei crolli avvenuti nella casa dello studente e nel convitto nazionale, dove hanno trovato la morte undici studenti. I reati che sono stati ipotizzati sono omicidio colposo e disastro colposo. In questa settimana verranno ufficializzati i loro nomi.
Le venti persone coinvolte si suddividono tra chi ha costruito gli edifici, chi ha fatto manutenzione, chi ha autorizzato l'agibilità, chi ha gestito ed amministrato i due edifici crollati.

Sarà finalmente l'inizio di un filone di indagini che rivelerà i primi nomi delle persone sospettate di aver reso possibile la morte di 308 persone, 1.500 feriti e di 65.000 sfollati.






Wikio
vota questo posting su OKNOtizie
Il Bloggatore
Add to Technorati Favorites


Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget