24/12/09





LA RUSSA SI LASCIA ANDARE A NOSTALGIE NAZI_FASCISTE



Ieri il ministro della difesa Ignazio La Russa, trovandosi a Livorno presso la caserma Vannucci della Folgore, si è rivolto agli uomini del Comsubin, i militari incursori della marina militare italiana, definendoli gli “eredi” della X° MAS e soffermandosi ad elogiarne il ricordo.
In pochi hanno intuito la gravità delle affermazioni, forse perché il nostro popolo non ha assolutamente memoria storica e non sa cosa è stata la decima flottiglia.

La Xª Flottiglia MAS era un corpo militare indipendente che contava circa 20.000 uomini, alleato con la Germania nazista, ufficialmente faceva parte parte della fanteria di marina della repubblica di Salò, fu attivo dal 1943 al 1945. Venne fondato da Junio Valerio Borghese, l'uomo che nel dopoguerra, dopo aver scontato una pena per crimini di guerra, costituì numerosi gruppi clandestini armati assieme a Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale (gruppi terroristici stragisti di matrice nera). La Xª MAS fu alleata del Terzo Reich e operò sotto il controllo operativo tedesco nella guerra contro l'esercito anglo-americano e le formazioni partigiane. Gli uomini appartenenti alla Decima si macchiarono di crimini di guerra e contro l'umanità, non si fecero mai scrupolo di torturare altri italiani dispiegando una forza ed una violenza impressionante, spesso operavano in collaborazione con le SS. Tristemente famoso è anche l'antisemitismo del gruppo.

La colpa del ministro La Russa si fa ancora più grande se si pensa che il fondatore e leader indiscusso della X° MAS, Junio Valerio Borghese, fu l'ideatore del così detto “golpe Borghese” del 1970 in cui, con un manipolo di ex marò della Decima, si impadronì dell'armeria del Viminale per poi misteriosamente arrendersi dopo l'intervento di un ignoto politico (si vocifera fosse Almirante o Andreotti).

Cosa voleva intendere La Russa con quell'elogio?
Qualsiasi sia la risposta data, l'evento è ignominioso per chiunque ma diventa oltremodo inaccettabile da un esponente delle istituzioni e di certo non onora l'esercito italiano.

Se La Russa non si vergogna delle parole dette mi vergogno io di avere un tal ministro a rappresentarmi.



5 commenti:

  1. Quello che asserisci e' di straordinaria gravita',perdonami se te lo chiedo ma vi e' modo di avere una confutazione sulle fonti,in modo da approfondire l'episodio che ritengo debba avere risalto e debita attenzione ,ciao

    RispondiElimina
  2. se digiti su un motore di ricerca -La Russa X mas caserma vannucci - puoi trovare numerosi riferimenti in rete, sto cercando di scovare il video e poi lo linko

    RispondiElimina
  3. Grazie Susanna va dato risalto,io intanto metto e segnalo a quanti piu' possibile il link al tuo sito,ciao

    RispondiElimina
  4. Video non ne trovo, c'è l'articolo di Repubblica che riporta anche i commenti di alcuni politici
    http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/politica/giustizia-23/la-russa-x-mas/la-russa-x-mas.html

    RispondiElimina
  5. La x mas ha inizio sin dalla prima guerra mondiale e ha condotto missioni alle quali anche il primo ministro inglese durante la seconda guerra mondiale (sicuramente non alleato dei hitler) ha elogiato per il valore eroico... distruggendo 3 navi nemiche senza uccidere un soldato!!!! Con l'8 settembre è vero che una parte dei suoi componenti si è schierata con la republica di salò commettendo anche atti imperdonabili, ma l'altra parte ha dato un contributo essenziale alla lotta di liberazione, vedi l'incursione nel porto di La Spezia per distruggere la portaerei Roma che i nazzifascisti stavano per ultimare.
    Parlare solo di un seppur gravissimo periodo storico di un corpo militare che ha versato tantissimo sangue per la nostra nazione mi sembra scorretto, visto che molti dei capi partigiani non lo hanno fatto.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget