04/12/09





ORE 11 - PUNTO DELLA SITUAZIONE DEL PROCESSO A MARCELLO DELL'UTRI




Alle 10 di questa mattina ha avuto inizio presso la seconda sezione della Corte d'appello del tribunale di Torino l'udienza del processo per associazione mafiosa nei confronti di Marcello dell'Utri durante la quale si attende la deposizione del pentito di mafia Gaspare Spatuzza.
C'è grande attesa per la deposizione di Spatuzza che ha già definito il senatore Dell'Utri, presente in aula, e il premier Silvio Berlusconi attigui a cosa nostra. Alessandro Sammarco, legale della difesa di Dell'Utri, ha chiesto ai giudici di revocare l'ordinanza con cui si era ammessa la testimonianza del mafioso Spatuzza poiché a suo parere non è possibile, a questo punto del processo, ammettere questo nuovo elemento di prova. Secondariamente è stata sollevata una eccezione di incostituzionalità per una presunta violazione dell'articolo 111 della Costituzione sul giusto processo, l'art. 3 sul principio di uguaglianza e l'art. 24 sul diritto di difesa.
In subordine alla richiesta di non ascoltare Spatuzza gli avvocati della difesa chiedono l'acquisizione dei verbali per consentire alla Corte di rendersi conto della attendibilità del pentito.

Il procuratore generale Gatto si è ovviamente opposto alla richiesta

Il presidente della corte d’Appello, Claudio Dall’Acqua, ha sospeso l'udienza ritirandosi in camera di consiglio per prendere una decisione in merito alla questione.

Dell'Utri prima del processo ha dichiarato che Spatuzza non è un pentito dell'antimafia bensì uno strumento della mafia e che lui non ha mai conosciuto ne Filippo e Giuseppe Graviano ne Provenzano.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget