06/03/10

ITALIA: DITTATURA INTERPRETATIVA


Ora non vanno più di moda le “leggi ad personam”, siamo passati direttamente alle “leggi interpretative” o meglio al decreto interpretativo, nuova idea dell'eclettico premier Silvio Berlusconi.

Questo decreto ha il dichiarato fine di favorire una parte specifica della supposta (intesa in senso figurato ma anche letterale del termine) rappresentanza governativa. Lo ha ammesso tranquillamente il presidente del consiglio: "stiamo facendo un decreto legge interpretativo delle norme che attengono alle elezioni regionali in modo che speriamo di poter ritornare a dare il diritto di voto anche ai nostri elettori del Lazio e della Lombardia" sono le sue parole, rimane il quesito sul perché solo per i “loro” elettori possano non valere le regole comunemente accettate dalla collettività quali principi basilari per la convivenza civile.
Siamo giunti alla realizzazione del concetto di “diversamente onesti”, concetto che fino a ieri pensavamo fosse solo una spiritosaggine.

Un decreto presentato, votato e firmato dal presidente della ex-Repubblica italiana in solo mezz'ora, 30 minuti sono bastati per uccidere 64 anni di democrazia e affermare che la legge non è uguale per tutti, con la benedizione di Giorgio Napolitano.

Il decreto entrerà in vigore già da domani, giorno in cui il Tar della Lombardia dovrà pronunciarsi sulla sospensiva chiesta da Formigoni, mentre è rimandata a lunedì la pronuncia del Tar del Lazio.






.

6 commenti:

  1. ricorda che è la maggioranza di noi italiani ad aver votato PdL. Non diamo la colpa solo a loro.

    RispondiElimina
  2. una cosa del genere l'avrebbe potuta fare chiunque, rimarrebbe una schifezza. Anche Hitler la prima volta vinse le elezioni "democratiche", poi è successo quello che ben sappiamo

    RispondiElimina
  3. mi illudevo che la funzione istituzionale del Presidente della Repubblica fosse, fra le altre, di massimo garante della democrazia e costituzione. Invece con la firma il presidente Napolitano legittima la manovra da colpo di stato.

    RispondiElimina
  4. Eccolo Napolitano...

    http://controcoerente.blogspot.com/2010/03/napolitano-il-migliore.html

    RispondiElimina
  5. per continuare il filone kafkiano .... http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ

    RispondiElimina
  6. Paolo Piazzini7 marzo 2010 00:38

    mi piacerebbe tanto se quelli di destra che predicano ancora "ordine e disciplina" andassero a votare il 30 Marzo per protesta (insieme a quelli di sinistra o quel che diavolo è...)

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget