21/03/10

SPECIALE ELEZIONI: EMILIA ROMAGNA

Per succedere a Vasco Errani (PD) si presentano:


Anna Maria Bernini
Deputata PDL. Viene sostenuta da PDL, LEGA NORD
Listino collegato:
  • Giorgio Baldini
  • Enrico Gasparini Casari
  • Anna Montella
  • Silvia Nardini
  • Raffaele Parente
  • Pierluigi Pollini
  • Fabrizio Ragni
  • Angelo Scavone
  • Sergio Soffiatti
Posizione su temi d'interesse 
SANITÀ
Accreditamento trasparente nella sanità, per rispondere al deficit è necessario l'apporto del privato

LA FAMIGLIA
Introduzione della “Dote scuola” per sostenere il diritto allo studio
Bisogna valorizzare la famiglia, proponiamo una nuova edilizia sociale in collaborazione pubblico-privato
Bisogna adottare politiche per consentire di coniugare lavoro e famiglia con un equo inquadramento professionale.



Gianluca Galletti
deputato UDC. Viene sostenuto dall'UDC
Listino collegato:
  • Angelo Artioli
  • Omar Caiti
  • Gabriele Gugnoni
  • Stefano Libé
  • Roberto Martini
  • Daniela Mazzoni
  • Domenico Minarini
  • Piero Sasso
Non ha dimostrato interesse nel rispondere al nostro questionario su temi di interesse pubblico.



Giovanni Favia
Consigliere comunale di Bologna, sostenuto dal MOVIMENTO 5 STELLE vicino a Beppe Grillo. Tutti i candidati sono tenuti a rispettare rigide regole che impongono la non iscrizione ad altro partito politico e l'assenza di condanne in sede penale anche non definitive.
Listino collegato:
  • Serena Saetti
  • Enrica Manenti
  • Rosa Di Monda
  • Cinzia Piastri
  • Natascia Guiduzzi consigliere comunale di Cesena
  • Barbara Martini
  • Valentino Tavolazzi
  • Fabrizio Girometti
Posizione su temi d'interesse 
PRIVATIZZAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI
L'acqua è un bene comune, di importanza primaria e privo di rilevanza economica. Questo ciò che il MoVimento 5 Stelle proporrà di introdurre nello Statuto della Regione Emilia Romagna, provvedendo a rendere il controllo dell'acqua interamente in mano pubblica, con società ad hoc. Per realizzare questo proporremo anche il ricorso alla Corte Costituzionale contro il Decreto Ronchi, che privatizza l'acqua a tutti gli effetti, sancendo l'attacco già sferrato dalle Amministrazioni targate PD con la quotazione in Borsa delle ex municipalizzate. La Regione si pone come garante della proprietà pubblica non solo delle reti idriche ma anche della gestione del servizio idrico sul proprio territorio. I primi e massicci investimenti saranno per il risparmio idrico in tutte le forme. Il 50 % dell'acqua nella regione si perde nelle tubature prima di arrivare alle utenze, con costi contenuti si possono risparmiare milioni di metri cubi ogni anno.

CRIMINALITÀ
nessuna sicurezza senza legalità. Questa vecchia classe politica dei partiti è la massima garante degli affari di mafie e massonerie deviate, con la sua predisposizione a difendere poteri forti e farsi corrompere. Pertanto noi proporremo: assoluta trasparenza negli appalti pubblici,con la pubblicazione online di tutti gli appalti e subappalti regionali, comprensiva di visure camerali dei soggetti contraenti; un patto forte con la magistratura e guardia di finanza per l'applicazione del test di integrità proposto da Camillo Davigo, con nuclei speciali che sotto copertura si propongono a tutti gli amministratori, dirigenti e funzionari delle amministrazioni locali delle Regioni e propongono fittiziamente delle mazzette, se accettano scattano le manette; misure per favorire il whistleblowing, cioè la denuncia dei lavoratori della corruzione esistente nell'Amministrazione pubblica e nelle aziende; Emilia Romagna ostile a tutte le mafie, con una massiccia campagna di informazione sugli strumenti di denuncia e di protezione.

SANITÀ
una sanità più leggera, orientata alla prevenzione con massicci incentivi all'attività sportiva, alla lotta contro il fumo e l'alcool, favorendo stili divita, manifestazioni, locali ed esercizi che propongono soluzioni più corrette. Lotta spietata alle baronie ed introduzione di criteri di trasparenza, con la pubblicazione online di tutti i curricula dei partecipanti ai concorsi al momento del deposito degli stessi, ed ampia pubblicizzazione. Lotta spietata agli sprechi, in una Regione dove si costruiscono troppi edifici per la Sanità ma con un disegno strategico scarso, per cui ci ritroviamo a Bologna con lunghissime attese al pronto soccorso. Promozione di tutti gli elementi di efficienza dell'attuale sistema regionale, che ha tanto tantissimo di buono e che funziona, mettendoli al riparo dai gruppi di potere legati alle multinmazionali del farmaco. A questo proposito renderemo ancora più stringenti e chiari i criteri di promozione di farmaci ed attrezzature al personale medico.

LA FAMIGLIA
la politica si svilupperà su tre assi incrociati. Il primo riguarda la difesa del reddito, il secondo l'incentivo a migliori stili di vita, il terzo il riconoscimento delle nuove criticità familiari e lo studio di nuove ed apposite misure di sostegno. Per la difesa del reddito pensiamo al rilancio dell'edilizia pubblica attraverso la ristrutturazione degli edifici, puntando sull'efficienza energetica ed idrica per contenere le bollette sempre più salate, l'incentivo alla comunicazione economica vai VOIP ed innovativi sistemi di trasmissione senza fili, che abbatta i costi della telefonia cellulare, il disincentivo dell'auto e la scommessa su bici e trasporto pubblico. Insieme queste misure possono incedere sul 30-40% dei consumi, contenendo le spese delle famiglie. Si favoriranno anche migliori stili di vita, insegnando a scuola e alle famiglie l'importanza del risparmio, finanziario, ecologico, e la moderazione nei consumi. Inoltre si adotteranno misure specifiche per le famiglie numerose, come la Family card per inserire i nuclei più numerosi in circuiti di convenienza e per abbattere i costi dei servizi pubblici, ma si rafforzeranno le misure per i nuovi nuclei, in particolare le coppie di fatto.



Vasco Errani
La ricandidatura è contestata in quanto in violazione della legge 165/2004, art. 2 che stabilisce la non immediata rieleggibilità allo scadere del secondo mandato consecutivo, qui siamo in presenza della candidatura al quarto mandato consecutivo, se dovesse risultare il candidato eletto alla presidenza rischia di essere destituito perché ineleggibile. Il governo Berlusconi sta pensando di sanare la posizione del candidato tramite un nuovo decreto legge. La sua candidatura è sostenuta da PD IDV, SEL, PENSIONATI, FEDERAZIONE DELLA SINISTRA
Listino collegato:
  • Liana Barbati
  • Stefano Bonaccini
  • Monica Donini
  • Marco Monari
  • Gabriella Meo
  • Sandro Mandini
  • Daniela Montani
  • Thomas Casadei
  • Rita Moriconi
Non ha dimostrato interesse nel rispondere al nostro questionario su temi di interesse pubblico.



LE ALTRE REGIONI:
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
PUGLIA
TOSCANA
UMBRIA
VENETO






.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget