18/03/10

I SOLDI DALL'AQUILA


Per organizzare l'ultimo G8, tra le spese sostenute a La Maddalena e quelle a L’Aquila, l’Italia ha speso 512 milioni di euro, oltre mezzo miliardo per un evento che è durato tre giorni.
512.000.000 euro spesi per una chermes di 72 ore corrispondono a 7.111.110 euro spesi per ogni ora trascorsa, 118.518 euro ogni minuto, 1.975 euro al secondo.

Per cosa?
Per chi?

Ci hanno raccontato che spostare il G8 a L'Aquila era utile per dare un opportunità di rilancio economico ad una terra gravemente ferita dal recente sisma ma io continuo a non capire come lo spendere 373.000 euro per noleggiare le sedie che devono ospitare esimi deretani per una riunione di tre giorni possa giovare a chi ancora oggi deve fissare un mucchio di macerie per guardare la sua città.
Come si può spendere 175.000 mila euro in pennoni e bandiere quando alla popolazione locale servono coperte e acqua corrente?
Come si scusa la cifra di 347.000 euro per il noleggio di televisori a led mentre nei campi dei terremotati manca anche la carta igienica?
Sono stati spesi 54.000 euro per vestire gli steward e le hostess che dovevano accogliere i GRANDI 8 ma in quegli stessi giorni molta gente del posto non era ancora riuscita a tornare nella propria abitazione per provare a recuperare un cappotto per la notte.
193.000 euro spesi per ricerche musicali atte alla coreografia dell'evento urlano vendetta nelle orecchie di chi, dalle 3.32 del mattino del 6 aprile 2009, è diventato nullatenente.

La gestione economica di questo “grande evento”, come si è voluto classificare, e quella dei fondi per la ricostruzione post-sisma erano stati affidati alla stessa persona, Bertolaso. Sarebbe interessante sapere con che criterio ha disposto la spesa di 512 milioni di euro per una tre giorni di lusso e ha avallato i 44 milioni di euro stanziati per la regione Abruzzo per le opere di recupero post sisma da diluire in tutto il 2010. Spiegatemi in questo Paese quali sono le priorità.



Articoli correlati:
G8, un primo bilancio
L'azienda dei boss per ricostruire l'Abruzzo?
L'Aquila, in settimana i nomi dei primi indagati
I pompieri de L'Aquila, eroi di serie B
Per ricordare L'Aquila





.

3 commenti:

  1. Quanto costa all'estero un G8 ???? ... poi ne discutiamo ...!!!!

    RispondiElimina
  2. vuoi dire quanto è costato in Giappone dove una fragola costa 500 euro?
    Sarebbe più onesto confrontarlo con l'ultimo G8 italiano (quello del 2001) e scoprire che i costi sono quintuplicati da allora.

    RispondiElimina
  3. Infatti tutto è stato fatto per permettere la passerella al presidente del consiglio ...

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget