18/01/10





Analisi sulle politiche di sicurezza



Volentieri pubblico questo appello alla collaborazione.

Mi chiamo Pasquale e come dottorando in criminologia presso l'Università "Suor Orsola Benincasa" di Napoli sto svolgendo una ricerca sulla percezione della sicurezza urbana da inserire nella mia tesi di dottorato che ha ad oggetto l'analisi del community policing attuato nei paesi anglofoni (USA e UK su tutti) e la polizia di prossimità (modello di derivazione francese ma implementato anche in Italia). è davanti agli occhi di tutti quanto sia diventato rilevante il tema della sicurezza. le agende degli amministratori non trascurano tale tema e la classe politica, a qualunque politica faccia riferimento, fonda le campagne elettorali sul bisogno di sicurezza e le politiche sicuritarie che verranno attuate. il bisogno di sicurezza è strettamente correlato ad un altro fenomeno tipico del nostro contesto sociale: la sensazione di sicurezza. Mentre nei paesi anglosassoni rientrano tra le politiche di sicurezza soltanto quelle azioni dirette a combattere, riducendoli od eliminandoli, i fenomeni criminogenetici, nell'Europa continentale si fanno rientrare tra le politiche di sicurezza anche quei programmi di rassicurazione dei cittadini che mirano non a ridurre le cause della criminalità ma la paura della criminalità.
ma tali programmi sono in realtà capaci di aumentare la sensazione di sicurezza dei cittadini?
quanto i cittadini si sentono insicuri?
quali sono le cause della loro insicurezza?
i politici hanno effettivamente implementato programmi di sicurezza nelle diverse regioni della nostra penisola? hanno essi avuto successo?
ma soprattutto cosa farebbe sentire più sicuri i cittadini?
queste sono alcune delle domande che sono presenti nel questionario per la ricerca sulla percezione della sicurezza in città.

ti chiedo semplicemente di partecipare alla ricerca compilando un questionario online anonimo e veloce e di diffondere il link a tutti i tuoi amici, colleghi e contatti al fine di avere un maggior numero di risposte possibili. solo così sarà possibile avere una fotografia quanto più reale possibile della situazione che si vive in Italia. solo in tal modo si potrà valutare l'efficacia ed il giudizio dei cittadini sulle politiche di sicurezza finora attuate e prospettare eventualmente qualche alternativa alle stesse.
I risultati saranno presentati nella mia tesi di ricerca e pubblicati sul sito sul quale è presente il questionario.


Pasquale


il sito a cui collegarsi è:  www.fearofcrime.org

 
.

1 commento:

  1. buongiorno ha tutti , mio nome è Vaida Claudia-Simona, sono il Direttore ajoint del personale del JMA consulting Group. offriamo prestiti che vanno di 1.000 ha 800.000 . contattate: vaid.simona@gmail.com

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget