11/01/10





SIAMO TUTTI DEI DIVERSI



Strana questa Italia che si scopre sempre più diffidente verso il diverso, arrogandosi il diritto di stabilire cosa è “normale” come se la normalità fosse un concetto statico e non dipendente da un processo non scevro dalla possibilità di sviluppo e progresso.

In Italia accade che se si rimane vittima di una violenza dotata di forti connotazioni omofobiche questa non incide nel determinarne la gravità del reato, per il giudice non costituisce aggravante.

Neppure le forze dell'ordine tengono un registro in cui annotare le aggressioni a sfondo omofobico, situazione per la quale è impossibile avere un reale quadro della situazione. L'arcigay ha provato a fotografare la situazione reperendo i dati dall'unica fonte possibile, i media, ben sapendo che i casi reali sono molto più di quelli denunciati e che le occasioni in cui i media hanno dato spazio a queste notizie sono ancora meno.

Riepilogo casi registrati da gennaio 2008 al dicembre 2009
Omicidi: 21
Violenze ed aggressioni: 125
Estorsioni: 15
Atti di bullismo: 9
Atti vandalici: 18

Anno 2008
Omicidi: 9
(4 in Lombardia, 2 nel Lazio, 2 in Campania e 1 in Sardegna)
Violenze ed aggressioni: 45
(13 in Lazio, 7 in Lombardia, 6 in Emilia-Romagna, 4 in Veneto, 3 in Campania, 3 in Liguria, 3 nelle Marche, 2 in Piemonte, 2 in Toscana, 1 in Sicilia, 1 in Calabria)
Estorsioni: 7
(2 in Liguria, 2 nelle Marche, 1 in Sardegna 1 in Toscana, 1 in Puglia)
Atti di Bullismo: 5
(2 in Lombardia, 1 in Piemonte, 1 in Toscana, 1 in Sicilia)
Atti vandalici: 9
(4 in Friuli Venezia Giulia, 2 in Lazio, 1 in Emilia-Romagna, 1 in Sardegna, 1 in Veneto)

Anno 2009
(3 in Lazio, 2 in Campania, 2 in Lombardia, 1 in Veneto, 1 in Liguria, 1 in Sardegna, 1 in Puglia, 1 in Calabria)
Omicidi: 12
Violenze ed aggressioni: 80
(16 in Lazio, 12 in Lombardia, 12 in Campania, 9 in Emilia-Romagna, 6 in Toscana, 5 in Veneto, 4 in Sardegna, 4 in Piemonte, 3 in Friuli Venezia Giulia, 2 in Trentino, 2 in Puglia, 2 in Sicilia, 1 in Umbria, 1 in Abruzzo, 1 in Liguria)
Estorsioni: 8
(2 in Veneto, 2 in Emilia Romagna, 1 in Piemonte, 1 in Toscana, 1 in Lombardi, 1 in Sicilia)
Atti di Bullismo: 4
(2 in Veneto, 1 in Puglia, 1 in Lombardia)
Atti vandalici: 9
(5 in Lazio, 1 in Friuli Venezia Giulia, 1 in Lombardia, 1 in Toscana, 1 in Piemonte)


fonte http://www.arcigay.it/



Articoli correlati: Quando per amare c'è bisogno dell'autorizzazione

.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget