06/01/10





LE VERITA' DI GIANFRANCO MASCIA SUL NBD



Qualche giorno fa ho letto che Micromega stava per pubblicare l'ennesima lisciata a Mascia, l'autoproclamatosi organizzatore del No Berlusconi Day. Un po nauseata ho preso carta e penna e ho scritto alla redazione.

Molta gente comune, che si è impegnata a fondo per la realizzazione del No B day e poi si è vista scippare l'occasione di dimostrare il dissenso da parte di politicanti della peggior specie che strumentalizzano nella maniera più becera l'insofferenza della gente, riconoscono nei media uno dei migliori (o peggiori se si vuol vedere dalla parte della gente) alleati nella mistificazione della realtà. Il comitato NBD è sempre più avvertito come avverso al popolo di internet e il continuo decantare le sue lodi irrita sempre più chi credeva veramente in una nuova forza proveniente dal basso.
Si va diffondendo la convinzione che il comitato NBD sia strumento dei partiti politici, in modo particolare di IDV. Sono molte le stranezze che si registrano, innanzitutto l'improvvisa esclusione di Tony Troja e di San Precario nel momento in cui diventano scomodi, il primo faceva troppe domande sui misteriosi finanziatori della manifestazione, il secondo perché diventato personaggio ingombrante che rischia di offuscare la gloria di alcuni.
La sera del 13 dicembre si verifica un altra defezione nel fantomatico comitato, questa volta volontaria. Franca Corradini lascia adducendo motivi di poca trasparenza. “Sono stanca di tacere” dice “non sopporto che si facciano cose nuove con metodi da politicanti vecchi. Non è la prima volta che prendo le distanze, ma fino ad ora ho taciuto perché la manifestazione riuscisse.”
Sempre più prende corpo l'ipotesi secondo la quale il movimento spontaneo e apartitico che ha animato l'iniziativa al principio sia stato sostituito a forza da un altra presenza più istituzionale e professionale che tenta di strumentalizzare e cavalcare l'onda di malcontento della gente.
Spunta insistentemente la figura di Gianfranco Mascia, assente fino a poco prima della manifestazione ma dai media (e da se stesso) dipinto come il fondatore ed organizzatore, in realtà uomo non nuovo, per non dire avvezzo, alla politica e presumibilmente il promotore dell'avvicinamento ad IDV. E' grazie a uomini come Mascia che oggi il popolo viola assomiglia più alla caricatura di un operazione di marketing.
In questa faccenda sempre più si denuncia la mancanza di una gestione democratica dell'evento ma la partecipazione all'evento è stata talmente imponente che sarebbe un peccato che tutto venisse disperso lasciandolo nelle mani di un comitato organizzatore che puzza troppo di vecchia politica... e voi ne siete complici

susanna ambivero


Mi risponde lo stesso Mascia con una mail che non posso riportare fedelmente per obblighi verso la privacy ma il cui contenuto si può così riassumere:

Cara Susanna,
ricevo da Micromega questa tua nota e voglio risponderti - mettendo in conoscenza anche Micromega e Paolo Flores d'Arcais.

mi chiede come faccio a dare tali giudizi se non lo conosco personalmente e allora parte con un curriculum da far impallidire chiunque. Nel 1986 ha fondato i Verdi in Italia, le Università Verdi, nel 1993 da origine ai comitati BOBI (BOicotta il Biscione), mi parla della sua esperienza di consigliere di circoscrizione per i Verdi, dei girotondini, della collaborazione con IDV con i quali si candidò nel Nord Est, per finire ora a creare un azienda di comunicazione politica e web a Roma.
Dice di non aver mai nascosto l'aiuto da parte di partiti politici per l'organizzazione del NBD e ammette di essersi avvicinato al movimento solo a ridosso della manifestazione, la prima riunione a cui ha partecipato la fa risalire al 7 novembre.
Riconosce il ruolo despota di San Precario ma era “interessante per la comunicazione web” e perciò è stato lasciato a recitare la sua parte di macchietta.
Mi stupisce rivelando che la data del 5 dicembre è stata decisa unilateralmente da Di Pietro e Ferrero salvo poi presentarla come una data proposta dal “popolo della Rete”.
Sempre IDV si impegna a sostenere le spese del palco mentre i Comunisti Italiani e Rifondazione pagano circa 200 pullman da tutta Italia. C'è sempre Mascia dietro alla neonata associazione cinque12 che si occupa del supporto logistico.
Dice di non essere l'artefice dell'esclusione di Tony Troja che, a quanto sostiene, si è autoescluso solo perché voleva aprire la manifestazione parlando di quello che voleva senza concordarlo con gli altri.
Si profonde poi in un sacco di noi abbiamo fatto, noi abbiamo deciso, noi ,noi ,io, io, io. 

Firmato Gianfranco Mascia
ovviamente se la mia sintesi non pare corretta a Mascia può autorizzarmi alla pubblicazione del testo originale da lui vergato e io ne darò immediata pubblicazione

Qui la mia replica:

Io e te ci siamo conosciuti personalmente dietro il palco del no B day, incontro che è succeduto ad un superficiale rapporto epistolare “via web”. Sintomatico che tu non sappia nemmeno chi sono, sono uno dei fondatori di un gruppo facebook (Berlusconi non è il mio presidente, 247. 949 aderenti) che le leggende metropolitane vogliono faccia parte di quella “rete” che ha dato forma all'idea iniziale del NO B DAY. Sono anche membro fondatore del “gruppo coordinamento iniziative facebook” che già a giugno ha lanciato una petizione per le dimissioni di Berlusconi e che conta più di 23.000 firme certificate (http://www.firmiamo.it/berlusconisidimetta).
In questo gruppo poi ho collaborato con altri splendidi “signor nessuno” che senza andare a caccia di gloria hanno aperto il sito berlusconisidimetta.org che si è prodigato per raccogliere proposte e candidature in maniera democratica per il NBD, peccato che con la venuta dei “professionisti” a loro e al loro bagaglio di proposte condivise dalla rete sia stata sbattuta la porta in faccia.
Il tuo discorso non fa una grinza: non sei nuovo della politica, ti sei avvicinato al movimento un mese prima della manifestazione e sei un professionista della comunicazione.
Io al confronto non sono nessuno, sono una semplice cittadina non inserita in nessun tipo di corporazione disgustata dal modo in cui il popolo viene trattato da una sedicente classe dirigente. In altre parole sono un esponente di quelle persone che il “popolo viola” si è arrogato la presunzione di voler rappresentare.
Ma io, come altri, c'ero e veramente volevo fare la mia parte per manifestare pubblicamente lo sdegno verso la politica dittatoriale di Silvio Berlusconi. Io c'ero ma come tutti gli altri semplici sono stata esclusa da voi professionisti del dissenso.
Mi hai fatto un elenco di quanto “voi avete deciso”, “voi avete fatto”, tutto vero, tutto ineccepibile. Bastava solo che poi lo riconosceste senza nascondervi dietro la falsa maschera di un iniziativa nata dal basso.
Alla luce di questo è lecito pensare che la rete, rappresentante della cittadinanza civile, è stata usata come specchietto per le allodole solo al fine di ottenere massima visibilità. Convocata a gran voce dicendogli che questa era la “sua” manifestazione... bastava indossare la sciarpetta viola e mettersi ordinatamente in fila, possibilmente senza fare troppe domande.


susanna ambivero

...ad altri l'arduo impegno di giudicare.

.



55 commenti:

  1. gentilissima susanna, mi presento, sono alessandro tuffu, uno degli organizzatori del NBD di Roma oltre che aver condiviso lo spazio su micromega di questo mese, ma sei proprio sicura di ciò che stai scrivendo? Io in realtà, avendo vissuto l'esperienza molto da vicino, ho dei seri dubbi sulla faziosità del tuo scritto. E qui mi chiedo, stavamo alla stessa manifestazione? oppure uno dei due ha sbagliato giorno e luogo? probabilmente, per come sto imparando a conoscere gianfranco, non credo che tu stia nemmeno parlando della stessa persona, sarà un caso di omonimia?

    RispondiElimina
  2. Susanna... magari scopa un pò di più ... fa bene... distende e rilassa!
    La vita non è fatta di numeri su pagine Facebook... le persone non sono avatar. Contatta il NBD della tua città ... entra in contatto con le persone... con i viola.. vedrai che ti sarà riconosciuto tutto lo spazio per lottare contro b. (Se è quello che vuoi fare...)!

    RispondiElimina
  3. @pippo: Susanna...magari scopa un po' di più...fa bene...distende e rilassa.

    se questo tipo di persona che per argomentare ricorre ai modi beceri e cafoni del più grande gaffeur della storia degli ultimi 150 anni viene spontaneo domandarsi se stia davvero "combattendo" per un ideale o se la mentalità del signor b e il suo maschilismo-machismo abbia allignato talmente tanto da permeare il modo di essere delle persone al punto che nemmeno se ne rendano conto. Si argomenta e non si va a casa d'altri (il blog) offendendo la padrona di casa con questo biglietto di presentazione.
    scusa ma ti sei qualificato come una perfetto clone della persona che dici di voler combattere con il NBD: finchè ci saranno persone che reagiscono come te questo paese non andrà lontano e questi rozzi cafoni politicanti ce li ritroveremo per i prossimi 150 anni assieme a quelli che si comportano come loro dicendo di volerli combattere. Patti

    RispondiElimina
  4. I cafoni, possono anche vestirsi di viola e far finta di combattere i tanti cafoni che siedono indegnamente in Parlamento, vicini, vicini, al "mejo macho" degli ultimi 150 anni che sta sgovernando l'Italia...Ma i cafoni, travestiti di viola, è facile riconoscerli...Basta contraddirli e la loro vera anima salta fuori come d'incanto. Cominciano ad usare lo stesso comportamento e lo stesso linguaggio dei fanatici del macho...
    Io sono fra quei cittadini che hanno voluto approfondire la nascita e lo sviluppo del famoso evento "NO-Bday", che sarebbe "partito" dal basso e dal popolo di internet e che aveva l'arduo compito, manifestando, di spodestare il despota che sta ANCORA ben saldo al governo. Ho fatto dietro front appena ho avvertito puzza di bruciato e, soprattutto, di inganno e di strumentalizzazione della esasperazione di tante persone perbene, vestite o no di viola...
    Non aggiungo altro.

    Susanna: "Non litigare con uno stupido, altrimenti chi guarda non capirebbe chi è lo stupido" Questa "aforisma" non è farina del mio sacco, ma la sottoscrivo in toto. Sottoscrivila anche tu. Con stima - rita ;-)

    RispondiElimina
  5. Susanna
    finalmente qualcosa che assomiglia molto alla verità.
    Dico assomiglia perchè ovviamente alcuni particolari non li puoi e non li potevi conoscere.
    Non sto ad aggiungerli, ora non serve più.

    Mi sono accorta, anche ieri sera durante la prima riunione del popolo viola aretino, che ciò che abbiamo tentato di nascondere ( con l'intento di non mostrare le meschinità e le miserie altrui.. attenzione ai lettori frettolosi sto dicendo ALTRUI.. ) era invece piuttosto palese anche a chi non aveva seguito dietro le quinte tutte le fasi del NBD.


    Insomma in due parole i più chiedono :
    Ma chi caxxo è sto Mascia spuntato dal nulla e perchè vi siete fatti scippare la manifestazione da lui???

    PS: Un solo rimpianto : abbiamo avuto delle delicatezze e dei riguardi che qualcuno non si meritava proprio.

    Ma , come nella citazione da te riportata, ribadisco che se abbiamo taciuto è stato solo per il bene della manifestazione.
    Peccato che qualcuno abbia scambiato questo educato silenzio come connivenza.

    RispondiElimina
  6. PS: l'educato silenzio non riguarda solo il signore oggetto del post, ma anche altri che hanno tenuto comportamenti da dott.Jeckill e Mister Hyde.
    Deliziosi e pacati in pubblico.
    Aggressivi , violenti in privato.

    Anche costoro contano molto sul fatto che sono praticamente certi che noi( io ) siamo persone educate e non arriveremo mai a rivelare ciò che in privato loro sono arrivati a dire o fare.

    RispondiElimina
  7. E' fantastico come una missiva personale diventi un "caso da blog". E' come inseguire con le telecamere un magistrato che fa il suo dovere per parlare dei suoi brutti calzini. Egregia Susanna, non so dove lei voglia arrivare e non me ne frega niente. So solo che sta rovinando quello che lei considera "un giocattolo" che altri - non io - le hanno tolto dalle mani. Io lo considero invece una cosa importante, ma non mi prendo troppo sul serio. Anche se 15 anni di battaglie contro Berlusconi (molte delle quali lontanissimo dalle luci dei riflettori) mi hanno fatto capire che bisogna insistere perchè forse non otteremo risultati immediati, ma il fatto stesso di fare queste battaglie è giá un segno di rivincita e di liberazione.
    Il suo riassunto è a suo uso e consumo, brava.
    Utilizzare questo metodo è molto facile, attacare le persone invece delle idee e dei comportamenti anche. Non si preoccupi è sulla strada giusta, vedrà che il nano malefico così lo manderemo via dopodomani, continuiamo ad attaccarci invece di pensare al futuro, continuiamo ad accumulare rabbia e frustazioni che sicuramente andremo lontano. Io continuo e continueró sulla mia strada, non ho mai fatto niente di male ma non sono un "buonista". Il mio non era un tentativo di dire "volemose bene" ma solo una maniera di ripartire con altri presupposti per una battaglia comune. Continuiamo così, in questo seguire a fare "domande retoriche" (alle quali, guArda caso, rispondo solo io), a lanciare accuse alle persone, a cambiare la realtá dei fatti. Una sola rettifica mi preme (delle tante che la sua sintesi errata prevederebbe, ma non ho il tempo e la voglia di sprecare ancora energie per questa sterile polemica, poichè sono giá in moto con tanti altri per l'iniziativa della CATENA VIOLA) "mi stupisce rivelando che la data del 5 dicembre è stata decisa unilateralmente da Di Pietro e Ferrero..." mai affermato, anche perchè non vero ed è possibile dimostrarlo: la data è stata decisa da persone della Rete, in rete tra di loro. Mi stia bene e mi saluti i grillini.

    RispondiElimina
  8. Sono Tony Troja. Non riesco a postare il mio commento con il mio account. Quindi lo farò da anonimo.

    Sicuramente Mascia non è stato l'artefice della mia esclusione. Ma, altrettanto sicuramente, non mi sono autoescluso.

    Tutti sapevano cosa avrei voluto dire sul palco.

    Ed è proprio per questo che non me l'hanno concesso. Sapevano che avrei parlato, oltre che di Berlusconi, anche della fantomatica e inesistente opposizione.

    A queste mie parole, mi è stato detto che la manifestazione era SOLO contro Berlusconi, cercando, così, di liquidare l'argomento "Tony Troja" e facendomi passare per un bambino viziato o per un malato di vippismo (come mi ha definito San Predappio).

    Ma ripeto ancora una volta: se fossi stato malato di protagonismo, sarei salito sul palco e, dopo aver cantato le mie canzoni, sarei diventato davvero un vip.

    Ma non è mai stato quello ciò a cui ambivo.

    Inoltre, non sono stato il solo che volevano escludere dalla manifestazione. Sono stati depennati dalle loro liste anche Piero Ricca e Salvatore Borsellino (Gabriella Magnano di LiberaCittadinanza aveva mandato quella famosa mail a Salvatore dicendo che non sarebbe stata prevista la sua presenza sul palco).

    Ma quando ho scatenato l'inferno affinchè Salvatore salisse sul palco, San Predappio e tutto il comitato dei "Fatti Nostri", non hanno potuto fare altro che abbassare il capo davanti al volere popolare. Ma sono riusciti ad escludere me. Poco importa: per me ha parlato Salvatore Borsellino.

    L'unica cosa che mi rammarica davvero, è che oggi ci sono persone (tra le quali San Predappio) che si sono iscritte in gruppo contro di me, amministrato da anarchici e brigatisti che fanno parte del popolo viola.

    Che belle cose.

    Tony Troja

    RispondiElimina
  9. @Mascia: mi da l'autorizzazione a pubblicare la sua mail? così non ci saranno più dubbi su ciò che ho riportato.
    Riguardo la catena viola, il vero ideatore mi ha immediatamente scritto dicendomi che lei si stava comportando in maniera uguale anche in questa nuova occasione tentando di farlo fuori e di agire da solo, le propongo un dibattito anche con lui.
    Lei è vecchio di politica e di mezzi da politica, non può e non riesce a capire che il popolo è davvero stufo di essere manipolato e strumentalizzato. La nostra rabbia non ha colore.

    RispondiElimina
  10. Ho scritto ancora sul blog di Mascia!
    Chissà se avrà qualche minuto per rispondere?


    Brava Susanna!

    RispondiElimina
  11. Cara Susanna, il tuo blog mi è stato segnalato da una lettrice. Questo tuo post è per molti aspetti allucinante. Io è da quasi due mesi che conduco una battaglia fatta da inchieste su questa torbida faccenda del NBD. Se ti interessa approfondire, troverai tutti i links sulla faccenda nel mio post di ieri, sul sito del Tafanus.

    Le notizie che dai non fanno che confermare quanto ho scritto in solitudine a partire da metà novembre. Solo che ora gli outings stanno diventando valanga. Persone che ci hanno creduto in buona fede, semplici militanti, membri del comitato organizzatore, lo stesso Mascia che prima nega e poi ammette, la stessa Franca Corradini che prima tace e poi ammette...

    Ti esprimo tutta la mia solidarietà, anche nei confronti dell'idiota che ti consiglia di risolvere i tuoi problemi intensificando l'attività sessuale. E' chiaramente un tizio che ha bisogno di ossigenare il cervello con lunghe passeggiate.

    A questo idiota vorrei spiegare che le esternazioni come le tue - di gente che ha creduto, lavorato, sudato, e poi scoperto di essere stata presa per il culo, comincio a riceverne a pacchi. Il peggio deve ancora arrivare.

    A Franca voglio dire che bene avrebbe fatto ad entrare nel mio blog non solo per lamentare una presunta violazione della sua privacy, ma per rispondere sulle accuse di scarsa trasparenza che vado facendo da tempi non sospetti. Le ho fatte anche sul suo blog, ma sono stato bannato. Avrei apprezzato molto di più se Franca, che ora è indignata, avesse risposto ai miei commenti, anzichè farli sparire. Spero che non voglia negare questo fatto, perchè sia io che Giosby di ogni post poi sparito abbiamo preso degli screenshots.

    E tuttavia esprimo la mia solidarietà anche a Franca, che nonostante tutto stimo. Franca, benvenuta fra coloro che si pongono e pongono delle domande, e che detestano gli atti di fede.

    RispondiElimina
  12. @ Alessandro delle 3,37: Caro Alessandro, mi presento: sono Antonio Crea, il gestore del blog Tafanus ( http://www.tafanus.it ), che fin dal 19 novembre si è dato la missione di scoprire chi fosse il signor Dalbasso che tirava i fili che muovono i burattini. Ho fatto nel tempo, con l'aiuto di giosby e di altri, delle interessanti scoperte. Ogni volta c'era la sequenta seguente: -1) menti o sbagli; -2)anche se fosse, che male c'è? -3) L'abbiamo sempre detto.

    No Alessandro, sei tu a sbagliare, perchè ormai le esternazioni e gli outings, TUTTI dello stesso segno, stanno diventando una inarrestabile slavina, e sono sempre meno i giapponesi rimasti nella giungla a guardia di un bidone di benzina, perchè nessuno li ha avvertiti che la guerra è finita.

    Credimi, non è Susanna ad avere le traveggole, in questo dibattito.

    RispondiElimina
  13. Alessandro, Gianfranco e tutti gli altri che si compiacciono nel discreditare gli altri piuttosto che cercare la verità. Al NO B DAY c'ero eccome.
    Qui il video che ho registrato "a caldo" con la mia amica UTO.PIA d'elica (Elisabetta)durante la manifestazione. L'audio non è un gran che ma i contenuti sono innegabili
    http://www.youtube.com/watch?v=zXuqiWKsoMs

    RispondiElimina
  14. @ Susanna e tutti: ho appena postato un commento sul post del 5 del blog di gianfranco mascia (o meglio, ho tentato, ma per ora è invisibile).

    RispondiElimina
  15. @Tafanus
    con 2 links il blog di Mascia mette in moderazione.
    A me è successo così.
    Poi ho ripostato con un solo link ed è passato.
    Ad onor del vero, SEMPRE...

    RispondiElimina
  16. reitero la richiesta a Mascia di poter pubblicare la sua mail integralmente (omettendo ovviamente i dati personali), disposta a subire le conseguenze se cambio anche solo una virgola di quello da LUI vergato. Non siamo ne amici ne parenti perciò escludo che ci siano contenuti personali.
    Troppo facile dire che non corrisponde al vero quello che ho scritto e poi non volere che l'originale venga diffuso.

    Mascia?
    Maaaaascia?
    MAAAAAAAAASCIA?

    già in fuga?

    RispondiElimina
  17. viva la fuga... che Dio la beneduga...
    Beh, confesso che questa me la potevo risparmiare

    RispondiElimina
  18. Brava Susanna, basta con i leader, se vogliamo metterci a fare il gioco di chi ha fatto di più, sappia caro Mascia (siamo quasi coetanei) che ci sono persone nel NBD con un curriculum "politico" molto più lungo del suo, ma non per questo si sentono 'sto ca@@o come lei, né vogliono "dirigere" il movimento...per fini personalistici.
    Basta con i leader autoproclamatisi tali!

    Contro Web

    RispondiElimina
  19. Sterile polemica su Mascia, non era nessuno prima e adesso è un po' più conosciuto, esattamente come tutti quelli che sono stati in tv (vedi Grisorio). Ciò non implica che sia in malafede. Non da rispste chiare, ma probabilmente perchè non le ha. Lui ha svolto un ruolo più marginale, però non si può negare che c'era ed è stato tra gli organizzatori. San Precario non è mai diventato scomodo, è semplicemente diventato un despota che non accetta critiche o domande. Non voglio leader ma almeno Mascia ci mette la faccia e si prende le critiche, TUTTE LE CRITICHE. San Precario quando può banna, esclude, nega, dice che non sa. visitate l'area discussioni nel gruppo "il popolo dei troll" e vedrete. Sono stati tutti bannati da san predappio perchè chiedevano chiarezza. E noi discutiamo di Mascia, che se permettete, è il male minore. Elisa Casu

    RispondiElimina
  20. Susy, credo che quest'ultimo intervento di Elisa sia proprio il più obiettivo e vicino al vero. Lidia

    RispondiElimina
  21. mi spiace ma non ho nessuna intenzione di accontentarmi dei meno peggio, ci meritiamo qualcosa di più

    RispondiElimina
  22. Quando uno va a braccetto con San Precario, a casa mia si chiama COMPLICE.

    Troppo facile dire "non lo conosco, se sbaglia io non c'entro, non ne sapevo niente"

    A casa mia si chiama OMERTA'.

    A parte che Mascia nel suo blog ammette di aver scambiato messaggi con Franco Lai, mentre nel video qui sopra, alla fine, dice chiaramente che "non lo conosce neanche"

    Quest si chiama BUGIA ...

    Sul mio blog un riassuntino ...

    RispondiElimina
  23. Sono con Susanna: avete lottato (dico "avete" perchè io sono stato animato fin dall'inizio da uno scetticismo che si è rivelato realistico) per una manifestazione senza leaders (oggetto inesistente in natura); vi siete accodati ad un anonimo in maschera, e a un Di Pietro dotato di maschera trasparente, e adesso dovreste accontentarvi di Gianfranco Mascia (con tutto il rispetto???).

    Di grazia: dopo il 1993 e il BoBi (per il quale ho apprezzato pubblicamente Mascia), quali grandi cose ha fatto, in politica? Dal BoBi sono passati DUCIASSETTE ANNI!!!!

    No, non sono i Mascia, o i Grisorio, o i De Pascale che possono avvicinare stabilmente i giovani all'impegno politico. E neanche i grilli o i dipietri.

    La politica non è fatta dai megafonisti, dai populisti, e dai savonarola del tipo "predico bene e razzolo male". La politica è fatta di fatica, sudore e merda. E prima ci rassegneremo al fatto che QUESTO è la politica, e non un rave-party, meglio sarà per tutti.

    RispondiElimina
  24. Tafanus, nella politica ci sarà la merda ma c'è anche passione, euforia, entusiasmo, desiderio di ottenere ciò per cui si lotta e in cui si crede.
    Io non ho nessun motivo particolare per difendere Mascia, tranne che è un mio conterraneo, ma credo che sia stato messo là da qualcuno che non voleva comparire, che non voleva mettere la faccia, fra questi forse anche san Predappio. Lidia

    RispondiElimina
  25. Grazie Susanna per il coraggio e l'onestà nei confronti di tutti, sia di chi è stato tratto in inganno sia di chi l'ha vissuta da fuori e contrario ne ha subito attacchi,
    come Perilbenecomune.net che non ha gradito fare la marcetta ordinata dal nobday..

    Leggasi l'editoriale sul sito
    "La menzogna diventa verità e passa alla storia" di Monia Benini
    E' vero a forza di accontentarsi dei meno peggio siamo precipitati in basso...

    saluti al Tafanus che ha contribuito non poco a far chiarezza ...
    barbara M

    RispondiElimina
  26. Personalmente preferisco un movimento orizzontale, dato che non abbiamo una linea ideologica condivisa non è giusto che si riciclino vecchi modi di fare e pensare (che poi sono falliti).
    Io sono per un movimento con contenuti e facce nuove, fuori dall'agone politico vecchio, per questo servono facce nuove e anche l'esperienza di chi ha già fatto politica, senza personalismi.
    15 anni di Berlusconi ci hanno fatto male, oggi più nessuno si "annulla" in un Movimento, ma preferisce metterci il suo marchio personale o peggio la sua faccia.

    RispondiElimina
  27. Interessante notare come in molti parlino senza conoscere i fatti. Leggo tra i vari commenti una serie di affermazioni strampalate che bene spiegano per quale motivo, oggi, non è possibile costruire un movimento autenticamente orizzontale contando solo sulla forza connettiva del web. Il lavoro di tanti volenterosi si può rovinare in un attimo con una piccola squadra di calunniatori o ingenui in buona fede.

    Orizzontale non è quel movimento che mette ai voti ogni piccola decisione da prendere. Orizzontale significa invece riconoscere a tutti le stesse condizioni di partenza. Io ho lavorato nel folto gruppo degli organizzatori della manifestazione del 5 dicembre, e posso assicurarvi che era costituito da persone che fino ad un mese prima non si erano mai viste (la ricostruzione secondo la quale la data della manifestazione sarebbe stata decisa da Di Pietro e Ferrero è a dir poco grottesca). Tra queste persone c'era Gianfranco Mascia, avvicinatosi al movimento nella riunione del 7 novembre, come da lui stesso correttamente riportato.

    Che poi si vadano a fare le pulci ad ogni suo atto o parola fa parte di una condotta ben nota ma che nulla ha a che vedere con l'auspicio di un assetto di movimento più giusto e plurale. Ne ho viste tante di persone presentarsi alle riunioni reclamando un ruolo sulla base di gruppi FB con alcune migliaia di iscritti. Fosse così facile. Ci si avvicina e si entra in una squadra con umiltà e voglia di fare, con lo stesso percorso seguito da tutti coloro i quali hanno contribuito a portare in piazza quella grande folla viola.

    Lasciate stare Mascia, siete fuori strada. Se ravvisate dei vizi di fondo nella gestione del movimento prima e dopo il 5-12, lavorate su quello, e lasciate perdere gli attacchi personali a chi si è speso e si spende ancora con competenza, entusiasmo ed umiltà.

    Francesco Nizzoli

    RispondiElimina
  28. per cortesia mettete qui dentro tutti i link a blog e tread relativi a dubbi e proteste sull'NBD? Sto aggiornando wikipedia, oppure se volete fatelo voi stessi: http://it.wikipedia.org/wiki/No_Berlusconi_Day
    Ciao a tutti gli esseri pensanti

    RispondiElimina
  29. @Francesco - ma non sarebbe stato più facile se nella manifestazione "indetta dalla gente" se ne fossero stati fuori i partiti e i professionisti? E dovrei pure ringraziarli? ma davvero siamo nel paese dove i politici e i politicanti pensano di poter danzare sulla testa della gente

    RispondiElimina
  30. Vi riporto una mia mail del 22/11/2009 al comitato organizzativo ed in copia a Di Pietro e Ferrero:
    "Emanuele Toscano
    Francesco Nizzoli
    Ginevra Tosoni
    Alessandro Tuffu
    Sara De Santis
    Beatrici Orlandini
    Francesco Piobichi
    Vincenzo Calò
    Paola Calorenne
    Gianfranco Mascia
    Gabriella (non so come si chiama di cognome!) di libera cittadinanza
    Vittoria Pagliuca (anche lei di libera cittadinanza)



    ed aggiungo te: Emanuele De Pascale

    Sarei davvero curioso di capire chi siete e soprattuto perché state lì; una certa Gabriella addirittura accenna ai presunti "criteri oggettivi" della costituzione del gruppo organizzativo: a nessuno di noi in rete è stato chiesto di votare alcunché, di esprimere un parere o una preferenza, di candidarsi, le nostre proposte non sono neanche state prese in considerazione... e qui siamo in tanti. Siamo stati più volte accusati di sollevare solo critiche senza avanzare proposte... mi ricorda tanto qualcuno che definisce comunista chiunque osi fare polemica.
    ...
    A questo punto una domanda sorge spontanea... le affermazioni: "La rete scende in piazza" e "la manifestazione della rete" che significato hanno per voi?
    Questa combutta da stanza di palazzo, questa specie di golpe nei confronti della rete, ha dimostrato nuovamente come funzionano le dinamiche del potere in Italia.
    Ed i partiti? Invece di tutelare e garantire il democratico svolgimento delle cose si sono immediatamente premurati di affiancare propri elementi al fantomatico comitato organizzativo.
    Ne è venuta fuori la solita italietta, fatta di inganni, prepotenze e furberie, in cui ci si vanta millantando credito, ognuno lì... con i suoi piccoli interessi, predicando bene e razzolando male. Il tutto con i media che dipingono un quadro soavemente immaginario spacciandolo per realtà.
    Poteva essere una bella cosa, partecipata e trasparente, ed invece "democrazia" resta solo una bella parola con cui riempirsi la bocca all'occorrenza.

    Vergognatevi tutti!"

    RispondiElimina
  31. Gabriella Magnano di LiberaCittadinanza. La stessa Gabriella Magnano che ha inviato l'e-mail a Salvatore Borsellino, dicendogli che la sua presenza non era prevista.

    Tony Troja

    RispondiElimina
  32. Generalmente ti seguo volentieri, ma questa volta non condivido.

    La presenza poi di interlocutori e commentatori che storicamente remano contro il MLN fa nascere seri dubbi sulla tua integrità.

    Siamo sotto REGIME e voi cercate la VERGINITA'

    ma siete pazzi????

    RispondiElimina
  33. che io sappia la Corradini poi e' tornata sui suoi passi...e SanPrecario si sta dimostrando un pazzoide con forti nevrosi quindi non so davvero chi salvare fra i 2 popoli viola

    RispondiElimina
  34. 1/2

    Mi accorgo solo ora che qui la discussione è andata molto avanti - la trasparenza no - per il momento voglio soffermarmi solo al commento che più mi ha fatta saltare dalla sedia ... quella di Francesco Nizzoli - perchè quella dell'anonimo scopatore mi ha fatta solo sorridere per l'infimo livello da "uomo" di Neanderthal ... senza clava, è evidente.

    Cosa ha scritto Francesco Nizzoli:

    "Interessante notare come in molti parlino senza conoscere i fatti."

    eeehhhmmm e proprio questo è il punto! scusa se vorremmo conoscerli avendo partecipato in piazza. Susanna ed io eravamo due delle 100.000. Ma - principalmente - abbiamo vissuto quel che è avvenuto PRIMA della piazza ed è da allora CHIEDIAMO CHIAREZZA ma nessuno rispose.

    "Leggo tra i vari commenti una serie di affermazioni strampalate che bene spiegano per quale motivo, oggi, non è possibile costruire un movimento autenticamente orizzontale contando solo sulla forza connettiva del web. Il lavoro di tanti volenterosi si può rovinare in un attimo con una piccola squadra di calunniatori o ingenui in buona fede."

    Con il calunniatori ci andrei piano - Francesco Nizzoli - è tutto ancora da vedere ... lo dici tu stesso che i fatti non si conoscono e quando alcuni - vedi susanna che gode della mia massima stima poichè è persona onesta e leale - vengono a conoscere QUALCHE TASSELLO IN PIU' lo pubblicano. Hai qualcosa in contrario? TRASPARENZA! Quella che è mancata da un certo punto in poi nell'organizzare in NBD. Di testimonianze - anche "autorevoli" ne trovi a pacchi nel web ... o non vedi? Utilizzi il web ma non lo ascolti. Bel modo.
    Il tuo dire"non è possibile costruire un movimento autenticamente orizzontale contando solo sulla forza connettiva del web" mi fa rabbrividire. Proprio ieri dicevo a Susy: non sarà che lo scopo sia proprio quello di DIMOSTRARE non è possibile costruire un movimento autenticamente orizzontale contando solo sulla forza connettiva del web? ...

    "Orizzontale non è quel movimento che mette ai voti ogni piccola decisione da prendere."

    E INVECE SI'! Ed è stato dimostrato quando TUTTI si sono opposti alle bandiere, ai politici, ai partiti. A quel punto gli "AUTOorganizzatori organizzati" hanno dovuto fare dietrofront, pena il fallimento della manifestazione.

    "Orizzontale significa invece riconoscere a tutti le stesse condizioni di partenza. Io ho lavorato nel folto gruppo degli organizzatori della manifestazione del 5 dicembre, e posso assicurarvi che era costituito da persone che fino ad un mese prima non si erano mai viste (la ricostruzione secondo la quale la data della manifestazione sarebbe stata decisa da Di Pietro e Ferrero è a dir poco grottesca). Tra queste persone c'era Gianfranco Mascia, avvicinatosi al movimento nella riunione del 7 novembre, come da lui stesso correttamente riportato."

    Mi risulta che dal "folto gruppo" - deciso da chi? - alcuni siano stati ESCLUSI ed altri se ne siano andati, sia prima che dopo. Vedi la Corradini e Tony. Dimmi se sbaglio. Non mi pare. Li puoi leggere tu stesso qui.

    continua.

    RispondiElimina
  35. 2/2

    "Che poi si vadano a fare le pulci ad ogni suo atto o parola fa parte di una condotta ben nota"

    Nota a te, a me no. Me la spieghi? Cosa intendi? ... attento alla calunnia.

    "ma che nulla ha a che vedere con l'auspicio di un assetto di movimento più giusto e plurale. Ne ho viste tante di persone presentarsi alle riunioni reclamando un ruolo sulla base di gruppi FB con alcune migliaia di iscritti. Fosse così facile. Ci si avvicina e si entra in una squadra con umiltà e voglia di fare, con lo stesso percorso seguito da tutti coloro i quali hanno contribuito a portare in piazza quella grande folla viola."

    Umiltà che al "folto gruppo" AUTOELETTOSI è mancata non ascoltando la BASE. Ma non credo - visto quello che scrivi - che la parola BASE a te possa dire qualcosa.

    "Lasciate stare Mascia, siete fuori strada. Se ravvisate dei vizi di fondo nella gestione del movimento prima e dopo il 5-12, lavorate su quello, e lasciate perdere gli attacchi personali a chi si è speso e si spende ancora con competenza, entusiasmo ed umiltà. Francesco Nizzoli"

    Aridaje con l'umiltà. Forse ti manca, ecco perchè ripeti.

    Lasciare stare Mascia? Pensa che a me è pure simpatico e gli riconosco il LAVORO che da 15 anni svolge. Qui nessuno vuole infierire su Mascia. Qui si cercano risposte a LEGITTIME DOMANDE e Mascia è uno del "folto gruppo" che potrebbe - potrebbe - darle. NULL'ALTRO.

    Vuoi darle tu, Francesco Nizzoli?

    http://www.youtube.com/watch?v=WfBiYpxm0xw
    "Francesco Nizzoli e Emanuele Toscano (comitato organizzativo di Roma del No B. Day) ospiti di Diego Bianchi raccontano da dove vengono i soldi per organizzare il No B. Day. Autofinanziamento ma anche fondi dati dai partiti, come l'Idv."

    http://www.youtube.com/watch?v=ZnK5FjyiUTs
    Francesco Nizzoli e Emanuele Toscano (comitato organizzativo di Roma del No B. Day) ospiti di Diego Bianchi nel web show di Excite Orzo raccontano le ultime novità sulla manifestazione, che si terrà a Piazza San Giovanni

    http://www.youtube.com/watch?v=VjSOlVt2GZ0
    Francesco Nizzoli e Emanuele Toscano (comitato organizzativo di Roma del No B. Day) ospiti di Diego Bianchi nella 26esima puntata del web show di Excite.

    RispondiElimina
  36. Io so soltanto che uno come Gianfranco - che seguo da ben 20 anni nelle sue varie attività - è tutto meno come lo state rappresentando voi.
    Ed ha pagato di persona, non solo quando è stato violentato e seviziato ai tempi dei BOBI, ma anche quando ha messo a dis posizione il suo tempo per le battaglie di società civile che in questi anni ha promosso.
    Come me - che ho fatte parte dei BOBI - e tantissime altre persone come noi. Al pari, senza mai personalmente voler mettersi al di sopra delle parti, ma condividendo le responsabilità e le visibilità. Poi lui è uno che ci mette forse sempre troppo entusiasmo nelle cose, e questo che gli rimprovero (anche in una mail che gli ho mandato). Che pensi un pochino di più a se stesso e lasci stare queste polemiche che stanno toccando il livello personale e che nulla hanno a che fare con la sostanza delle cose. Mi sembra che il successo del No B Day (patrimonio di tante e tanti anche come me) abbia dato alla testa a molte e molti. Io a lui, perlomeno gli riconosco (e spesso gli rimprovero) di esserci sempre, anche rispondendo continuamente (mi sembra l'unico, no?) a questi - ormai - inutili tentativi di "terzo grado". Gianfranco, come ti ho scritto, lascia stare e creiamo insieme ad un milione di persone (e quindi anche voi) il futuro del Popolo Viola.

    Susanna

    RispondiElimina
  37. Appunto!
    Andiamo avanti all'Italiana!

    Chi ha avuto ha avuto ha avuto
    chi ha dato ha dato ha dato
    scurdammece o'passato simm'e Mapoli Paisà

    www.giosby.it

    ci trovi lì una evidente bugia di Mascia
    Perché dice di non conoscere Franco Lai ?

    Ma fa niente !
    Bugia più, bugia meno ...

    RispondiElimina
  38. p.s. la Susanna di cui sopra non sono io

    RispondiElimina
  39. ma voi siete PAZZI...
    ma se volete organizzare fatevi avanti, proponetevi, fatevi riconoscere... ma chi siete?

    con la storia dei partiti delle date decise in segreto di mascia arrampicatore e qua qua qua qui quo avete rotto, berlusconi e l'antiberlusconismo mica li avete inventato voi, molti del gruppo dei bannati in buona parte si era già fatta conoscere nei mesi precedenti in altri gruppi con posizioni penose, e sì: penosamente anti-politiche stile destrorso, o lagne infinite anti-tutto stile lega, quanto ai protagonismi andate a leggere uno come valentino roiatti e poi ne riparliamo, io non so chi sia susanna, certo non le consiglierei mai di scopare - quello che l'ha scritto è un cretino - ma piuttosto di fare politica... ah no, aspetta, lei odia i politici... allora può fare un aquilone o un bel blog dove fare l'arrabbiata indignata più pura che c'è ah, no aspetta: quello lo sta già facendo, anche se nessuno ha capito esattamente a chi o cosa serva... vabbé, fatti suoi

    RispondiElimina
  40. io non odio ne i politici ne la politica. La politica la fanno tutti, tutti i giorni, anche facendo la spesa e decidendo di acquistare un prodotto invece che l'altro. Io tollero male gli arrivismi e le prepotenze e se una manifestazione viene decisa dalla gente, tenta di organizzarla la gente, ammettendo anche che non lo faccia alla perfezione, poi mi infastidisce che il suo ruolo venga usurpato dai politici professionisti ... che poi pretendano anche di essere ringraziati mi sembra assurdo. Ti rispondo come ho risposto a Mascia il giorno della manifestazione quando, stizzito, mi ha detto "la prossima volta fatevela voi", gli ho risposto che alcuni di noi si erano impegnati per provarci questa volta, era questa "la nostra volta", ma ai politicanti fa davvero molta paura l'idea che la gente sia in grado di organizzarsi e di protestare senza il loro ausilio e la loro supervisione

    RispondiElimina
  41. Magari Pippo si è espresso un pò rozzamente ma il concetto non si scosta di molto: fatevi meno seghe mentali (tutti/tutte) e buttate via meno tempo in queste inutili argomentazioni.
    "Io c'ero, io ho fatto, ma chiccazzo è quello lì, io l'avevo già detto (c'ho il filmato che lo prova)..."
    Fate qualcosa di concreto per il Popolo Viola.
    Dimostrate solo di essere dei frustrati/e!

    RispondiElimina
  42. Ma che sarebbe poi questo Popolo Viola? :-) Io non mi sento rappresentato nostante sia un accanito antiB. Niente seghe mentali e niente pazzia, dal mio punto di vista siete voi ad essere dei pazzi ad andare dietro ad una menata del genere, guidata da gente del genere. Punti di vista :-)
    Controllate i toni per piacere ed imparate a rispettare la diversità di vedute. State offendendo persone di fronte a cui dovreste inchinarvi :-P

    RispondiElimina
  43. credo serva chiarezza; Mascia faccia pubblicare la mail inviata senza se senza ma, smentire se ha scritto falsità e togliersi dai frontman, lo faccia nel più breve tempo possibile.
    la manifestazione è stata fatta dalla gente che non volevano partiti e la manifestazione era della gente.
    non si poteva fare in altro modo chi lo stabilisce?!?
    non buttiamo al cesso questa minima manifestazione di senso civico italico
    si cambi quello che si deve cambiare ma non si resetti tutto.

    RispondiElimina
  44. Cara Elisabetta,
    qui non si stanno facendo domande, qui si sta insinuando e accusando. Di qui la mia chiosa sulle persone "non informate".
    Puoi pensare quello che vuoi, è inutile cercare di mettere d'accordo tutti. Basta però con questa retorica della gente che si è autoeletta, basta con questa retorica della democrazia in rete come panacea di tutti i mali. Non ci vuole molto a capire che non è possibile fare un referendum sul web per ogni decisione che bisogna prendere. E' impossibile e (per come la vedo io) è anche una cattiva interpretazione del concetto di lavoro in rete. Ma questo l'ho già spiegato. Sul discorso dell'autoelezione, stai parlando a vanvera. Chi ha contribuito fattivamente è entrato nel gruppo degli organizzatori presentandosi alle riunioni e ai volantinaggi. Immagino tu sia di Roma. Ci siamo mai visti? Se la risposta è no significa che non ti sei mai presentata a nessuna iniziativa del nostro gruppo locale. E come pensavi di poter dire la tua su questioni di stretta natura organizzativa?
    Sul fatto che la Corradini sia stata cacciata, lo apprendo da te. A me non risulta. Su Tony Troja non capisco che vuoi dire. Mi risulta che si sia fatto fuori da solo pretendendo in seguito di intervenire dal palco non si sa per quale sorta di investitura.
    Saluti
    Francesco

    RispondiElimina
  45. Ecco: a me, che sono Tony Troja, risulta invece che mi abbiano detto "O canti o non sali sul palco". A me, che sono stato uno dei promotori (ecco l'investitura).

    E quando abbiamo messo ai voti la mia proposta di far aprire la manifestazione a me, o a Piero Ricca o a Salvatore Borsellino, abbiamo avuto la maggioranza.

    Solo che San Predappio se n'è uscito con la frase: "Avrai pure vinto ai voti, ma qui comando io e si fa a modo mio".

    Come vedi, non mi sono fatto fuori da solo. Se avessi voluto, sarei salito sul palco e avrei fatto incetta di applausi e consensi per le "mie" canzoni.

    Tony Troja

    RispondiElimina
  46. Ragazzi, comunque sia non dobbiamo lasciarci sopraffare da Berlusconi e compagnia. Quindi chiariamoci ma ripartiamo, perchè altrimenti non c'è modo di vincere quel pezzo di merda e soprattutto di uscire dalla merda fino al collo in cui ci ha portato. Magari anche separatamente, se nn si va daccordo, ma teniamo saldo l'obiettivo per favore. Che non accada che se non ci troviamo in accordo fra di noi poi la smettiamo di ribellarci allo stato delle cose. Sarebbe una sconfitta rovinosa. Un abbraccio a tutti. Lidia

    RispondiElimina
  47. Certo Lidia, ma bisogna avere ben saldi alcuni punti fermi che differenzino un movimento dal Berlusconismo.
    Allora No all'anonimato e No alla Censura.
    Trasparenza e democrazia.
    Pochi, semplici punti comuni.
    Si chiede troppo?

    RispondiElimina
  48. Guardate in linea di massima a me non è che me ne freghi più di tanto di questa cosa, a suo tempo mi ci sono incazzato perché coglievo con disappunto la chiusura autarchica del gruppo organizzativo che tagliava le gambe, concettualmente, a quella che poteva essere una bella iniziativa. Personalmente avrei preferito fosse fatta con i megafoni, senza palco nè effeti speciali, ma senza la partecipazione di alcun partito. Che fosse una cosa veramente della rete, con una scaletta decisa democraticamente da tutti. Adesso però dico, visto che così non è stato, pensate che questa gente manco a Salvatore Borsellino voleva fare parlare, che significato ha questo popolo viola? A cosa si inneggia? Cosa dobbiamo festeggiare? La nascita di un nuovo gruppo organizzativo, fighi perché sono anche blogger? Dobbiamo organizzare concerti o eventi? Non ci sono contenuti validi, è stata un'operazione di marketing... ecco forse potremmo provare a fare un'agenzia pubblicitaria. Il dissenso era facile da cavalcare, costruirci qualcosa di serio sopra è tutta altra cosa. Onestamente non ne vedo i presupposti o le capacità, magari mi sbaglio, anzi spero proprio di sbagliarmi. Però non provate più a prendere per culo la gente per piacere.

    RispondiElimina
  49. @ Francesco

    Io ho scritto:

    Mi risulta che dal "folto gruppo" - deciso da chi? - alcuni siano stati ESCLUSI ed altri se ne siano andati, sia prima che dopo. Vedi la Corradini e Tony. Dimmi se sbaglio. Non mi pare. Li puoi leggere tu stesso qui.

    Tu mi rispondi:

    "Sul fatto che la Corradini sia stata cacciata, lo apprendo da te. A me non risulta. Su Tony Troja non capisco che vuoi dire. Mi risulta che si sia fatto fuori da solo pretendendo in seguito di intervenire dal palco non si sa per quale sorta di investitura."

    Come puoi ben vedere io il termine CACCIATA non l'ho usato e lei stessa qui ha scritto quel che tu stesso puoi leggere. Sali su. Tony ti ha risposto.

    Per il resto ti pregherei di imputare a me quel che io ho scritto e di non fare miscellanee.

    Per quel che riguarda le domande, ti rendo edotto che tutto ebbe inizio proprio dalle domande che alcuni qui presenti posero a Mascia. Cerca nel web.

    Con Mascia - per quel che mi riguarda - la chiudo qui con questa questione. La chiudo qui perchè ho letto il commento di Susanna e sono andata a cercare quel che affermava ... non lo sapevo. Tutta la mia umana solidarietà per il vigliacco accadimento e credo che una situazione come questa - il sentirsi "braccato" - non gli giovi sul piano psicologico. Il mio intento non è mai quello di nuocere ma di capire, sapere.

    Ma non la finisco qui: Franca Corradini, presente nel "folto gruppo" e presente nel video di lancio del NBD, potrebbe erudirci nel merito ... sempre se vuole.

    CordialMENTE

    Uto_Elisabetta Ci

    RispondiElimina
  50. popolo della strumentalizzazione totale!! levatevi dalle palle....!!!!comunistacci....non vi basta!!!!manipolate tutta l'informazione...dal basso all'alto...fate uso delle persone portandole in piazza per le vostre gelosie....e incapacita!!! viola sta per sfiga!!!SPARITE !!!la vostra informazione è fasulla e faziosa....ITALIANI SCENDIAMO IN PIAZZA CONTRO CHE CI VUOLE BENDARE!!!!!seguite il vostro istinto e muovetevi da soli...

    RispondiElimina
  51. Mascia dovrebbe solo vergognarsi!!

    È ancora in carica come Consigliere di Circorscrizione di Ravenna (per i Verdi), ma non partecipa alle sedute poiché da tempo vive a Roma. E non gli è passato neanche per l'anticamera del cervello di dimettersi.

    http://www.comune.ra.it/Comune/Circoscrizioni/Terza/Organi-Istituzionali

    E quando nel suo sito gli ho contestato la cosa dato che lui era in sciopero della fame per invocare il rispetto dell'articolo 54 della Costituzione da parte di Berluskoni ("I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina"), articolo che però anche lui stesso non rispettava, "ovviamente", da vero treccartaro com'è, non ha consentito la pubblicazione del mio commento:

    http://www.gianfrancomascia.it/index.php/2010/11/10/le-ragioni-del-mio-sciopero-della-fame/


    Non fidatevi di un "soggetto" come Gianfranco Mascia. Ve lo dice chi lo conosce abbastanza bene da parecchio tempo.


    :-((

    RispondiElimina
  52. provvederò a rendere pubblica la notizia!! Grazie

    RispondiElimina
  53. Inviato a Gianfranco Mascia
    E allora, oltre che Berlusconi,denunci anche me per asserita apologia del fascismo. Disonesti che volete la libertà di pensiero solo per voi. Spero che Grillo vi bastoni tutti come meritate.
    Dal mio blog pietromelis. blgspot.com il seguente articolo.
    domenica 27 gennaio 2013
    LA RENDITA DELL'INDUSTRIA DELL'OLOCAUSTO E IL NEGAZIONISMO. LA STORIA ANCORA SCRITTA DAI VINCITORI. INFATTI NON SI PARLA DEI MILIONI DI MORTI (ANCHE EBREI) NEI GULAG DI STALIN

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget