04/01/10





IGNAZIO CUTRO' un imprenditore troppo solo



Chi è Ignazio Cutrò? Primo dilemma da risolvere, nome quasi sconosciuto ai più e ignorato dai media che contano. Eppure la storia di Ignazio Cutrò dovrebbe essere divulgata qual esempio di comportamento civile e socialmente meritorio. Cutrò è un imprenditore del bivonese, nella provincia di Agrigento, che ha avuto la disgrazia di incrociare le sue sorti con la mafia e a deciso di non piegarsi.

Il crepuscolo della vita “normale” di Ignazio Cutrò e della sua famiglia si può datare con precisione: 10 ottobre 1999. Quel giorno alcuni criminali hanno dato fuoco a macchinari edili della sua ditta, è stato il segnale mandato dalla mafia per richiamare l’imprenditore ad assolvere il debito nei confronti di cosa nostra e pagare il racket. Cutrò decide che il prezzo non era equo e non voleva svendere la sua dignità: denuncia l’accaduto. Seguono anni di silenzio in cui tutto sembra procedere normalmente, si prospetta finalmente la possibilità di iscriversi al S.O.A. (ndr: “Società Organismo di Attestazione”) ed ottenere quindi la qualificazione per poter partecipare alle gare d’appalto pubbliche, i soldi per concretizzare questo sogno vengono risparmiati con fatica.
Ma la mafia non dimentica e Ignazio lo sa.
                                                                                                          ...continua

.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget